Agricoltura, la conta dei danni: “Danni dal 50 al 100%”

danni 2Il maltempo che sabato ha colpito con grandine, nubifragi e trombe d’aria un’ampia area di Emilia-Romagna non ha lasciato scampo nelle campagne. Lo afferma Coldiretti: i danni vanno dal 50 al 100%.

Colpite Ferrara, Modena e Reggio Emilia, con danni alle pere, in pieno periodo di raccolta, ma anche a uva, mele, cocomeri, pomodoro, seminativi (mais e soia). Tra mancati raccolti e strutture si stimano diversi milioni di danni “e ci sono tutte le premesse per chiedere lo stato di calamità”. “Subito lo stato di emergenza nei territori emiliano romagnoli colpiti dal maltempo delle ultime ore”, “per ottenere fondi e risarcimenti al 100%” e “no tax area per le aree interessate già inserite nel cratere”: la Lega Nord – con il capogruppo in Regione Alan Fabbri – chiede “misure straordinarie per fronteggiare gli ingenti danni registrati”.

La Regione Emilia-Romagna fa sapere che, in collaborazione con i territori e le associazioni agricole, sta facendo la stima dei danni e procederà con le Province alla delimitazione delle aree colpite. “Si tratta – spiega l’assessore all’agricoltura, Simona Caselli – delle azioni necessarie per attivare lo stato di calamità e tutti gli istituti possibili a sostegno degli agricoltori, quali sgravi fiscali e contributivi, oltre che risarcimenti assicurativi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *