Giornata contro l’AIDS, fino al 3 dicembre tre ‘presidi’ a Ferrara per fare test rapido

In Emilia-Romagna sono sempre meno le persone che contraggono l’infezione da Hiv, casi pressoché dimezzati in dieci anni. I nuovi casi nel 2019 sono stati 209, 11 in meno rispetto ai 220 dell’anno precedente.

L’anno scorso Ferrara è risultata ultima in regione per numero di casi, dieci, col tasso di incidenza delle nuove diagnosi Hiv al 2,9, la più alta è Rimini con 6,5. Ma resta purtroppo ancora alto il numero di chi arriva a una diagnosi tardiva: è successo nel 58% dei casi, e il 43% delle persone era già in Aids, o in una fase molto avanzata dell’infezione, al momento della diagnosi. Un problema dovuto principalmente a una errata bassa percezione del rischio in alcune fasce della popolazione.

Ecco perché, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids in programma domani martedì 1 dicembre, per il quarto anno consecutivo, prosegue la campagna “HIV – Proteggiamoci dal virus e dallo stigma”.

Predisposti da domani e fino al 3 dicembre tre ‘presidi’ dislocati nel centro di Ferrara, neii quali si potranno ricevere informazioni sanitarie e svolgere il test rapido HIV (su sangue capillare) in forma anonima e gratuita, ricevendo il risultato del test immediato (entro 15 minuti). I test saranno effettuati dall’équipe sanitaria (medici e infermiere professionali) del reparto di malattie infettive dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara. Per esigenze di contingentamento e distanziamento sociale, è consigliata la prenotazione – rimane tuttavia riservato un numero limitato posti per coloro che desiderano fare lo screening in modalità “accesso diretto”.

CALENDARIO DEI PUNTI DI INFORMAZIONE E SOMMINISTRAZIONE TEST RAPIDI HIV

>> MARTEDI’ 1 DICEMBRE dalle 15 alle 18
presso la sede di ARCIGAY FERRARA in Via Ripagrande, 12.

>> MERCOLEDI’ 2 DICEMBRE dalle 15 alle 18
presso la sede di AVIS FERRARA in Corso della Giovecca, 165.

>> GIOVEDI’ 3 DICEMBRE dalle 15 alle 18
C.R.I. – CROCE ROSSA FERRARA in Via Cisterna del Follo, 13.

E’ possibile PRENOTARE all’indirizzo (anche con pseudonimo): http://tiny.cc/HIVferrara

I Test rapidi sono stati offerti da Federfarma Ferrara con il contributo delle singole farmacie private. AFM Farmacie Comunali di Ferrara contribuirà con la donazione test rapidi HIV e profilattici da distribuire nei presidi sopra indicati.

La sinergia profusa per il buon fine dell’iniziativa vede altresì il solido contributo di AVIS Provinciale e dell’Ordine dei Medici di Ferrara per l’acquisto di test-rapidi HIV da mettere a disposizione per questa campagna e/o per altre che si vorranno organizzare.

Per quanto riguarda invece l’informazione e la sensibilizzazione dedicata alle giovani generazioni, è stato predisposto un progetto formativo già inviato alle Dirigenze Scolastiche di tutte le scuole superiori di secondo grado del territorio provinciale.
Il programma formulato con la collaborazione di vari professionisti della salute e delle associazioni locali impegnate in questo ambito come AVIS, Croce Rossa Italiana, SISM, Centro Donna Giustizia e Arcigay, sarà realizzato in videoconferenza con modalità interattive per coinvolgere le ragazze e i ragazzi partecipanti, avendo cura di stimolare domande a cui dare risposte qualificate ed esaustive.

Infine, per l’occasione della Giornata del 1 Dicembre, il Palazzo San Crispino in piazza Trento e Trieste di Ferrara, resterà illuminato di rosso fino al 7 dicembre 2020 per ricordare alla comunità locale l’importanza della tutela della salute propria e di tutti.

Il Comune di Ferrara con atto di Giunta del marzo 2019 ha istituito il “Tavolo di Lavoro Permanente per il Contrasto all’AIDS”.

Il Tavolo è coordinato dall’assessore alle Pari Opportunità Dorota Kusiak e ne fanno parte i rappresentanti dell’ Azienda USL e Azienda Universitaria-Ospedaliera, Università degli Studi di Ferrara, Ordine dei Medici di Ferrara, nonché varie Associazioni del terzo settore quali Avis provinciale, Avis Comunale, SISM, Uisp provinciale, Centro Donna Giustizia, AIDM, AFCD, Agire Sociale, Arcigay, AGEDO oltre ai Sindacati Confederali CGIL – UIL e UGL.

Nonostante le evidenti difficoltà legate alla contingenza, il Tavolo di Lavoro Permanente ha voluto confermare il proprio ruolo di sensibilizzazione e informazione lavorando per individuare modalità operative alternative sia per promuovere incontri di informazione on line per le Scuole superiori di secondo grado di tutto il territorio provinciale, sia per poter confermare le oramai consuete giornate di screening dedicate alla somministrazione del test rapido HIV su sangue, offerto gratuitamente a chiunque voglia conoscere il proprio stato di salute.

“Il periodo attuale caratterizzato da una pandemia in corso – dice l’assessore alle Pari Opportunità Dorota Kusiak – richiama ancora una volta l’importanza di promuovere nella cittadinanza i corretti stili di vita e la tutela della salute di ognuno, anche in riferimento al virus dell’HIV che, per la diffusione e per gli effetti sulla salute e sulla vita di milioni di persone, ha avuto un impatto significativo su intere generazioni. L’AIDS è ancora presente e molto attuale e rappresenta un rischio che va contrastato promuovendo a tutti i livelli una conoscenza del fenomeno ad evidenza scientifica precisa e puntuale. La sensibilizzazione e la promozione dei corretti stili di vita è fondamentale per tutelare la salute propria ed altrui accrescendo consapevolezza e conoscenza non solo sugli effetti della malattia sulla vita delle persone ma anche e soprattutto sui comportamenti da tenere per prevenire il contagio”.

Gli eventi di sensibilizzazione e promozione tutela della salute sono promossi dal Tavolo di Lavoro Permanente per la lotta all’ HIV/AIDS, composto da: Comune di Ferrara, Università degli Studi di Ferrara, Azienda Ospedaliero Universitaria di Ferrara, AUSL di Ferrara, A.F.M. Farmacie Comunali Ferrara, FederFarma Ferrara, Avis Provinciale, Avis Comunale, Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Ferrara, Arcigay Ferrara APS – “Gli Occhiali d’Oro” di Giorgio Bassani, AGEDO, Croce Rossa Ferrara & Croce Rossa Giovani, UISP Provinciale Ferrara, Agire Sociale, Centro Donna Giustizia, SISM Ferrara, CGIL Ferrara, UIL Ferrara, AIDM Associazione Italiana Donne Medico, AFCD Associazione Famiglie contro la droga, Ugl Ferrara.

La Regione Emilia-Romagna insieme a HelpAids lancia una nuova campagna di sensibilizzazione e comunicazione, “Proteggersi, proteggere – Vivere con l’HIV oggi” (http://www.helpaids.it/viverehivoggi). Una iniziativa che vuole coniugare l’attenzione alla prevenzione, diffondendo buone pratiche per evitare il contagio, con quella alla diagnosi precoce, e insieme combattere stereotipi e pregiudizi nei confronti delle persone positive all’HIV o malate di AIDS. Una campagna che quest’anno dispone anche di un ulteriore strumento molto concreto: da fine novembre, per decisione della Regione assieme alle Aziende sanitarie, in Emilia-Romagna chi effettua il test HIV può, gratuitamente e nella stessa occasione, effettuare anche un test sierologico per il Covid-19

Test HIV e sierologico, gratis e in un’unica occasione

In Emilia-Romagna, da fine novembre 2020, è offerta la possibilità alle persone che eseguono il test HIV di effettuare gratuitamente nella stessa occasione un test sierologico per evidenziare la presenza di anticorpi al nuovo coronavirus SARS-CoV-2.

L’iniziativa, oltre a favorire la partecipazione allo screening per Covid-19, ha in particolare l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini sull’importanza del test HIV, soprattutto in un periodo in cui la pandemia e le misure necessarie per il suo contenimento hanno inciso sulle possibilità di accesso al test.

L’opportunità di effettuare il test sierologico, con adesione su base volontaria, è rivolta a tutti coloro che effettuano il test HIV e sono assistiti in Regione. È possibile effettuare il test presso i centri Test&Counselling e gli ambulatori dedicate alle infezioni sessualmente trasmesse. Il test HIV può essere svolto in anonimato, mentre per aderire al test sierologico per SARS-CoV-2, e solo per questo, occorre rilasciare le proprie generalità per essere ricontattabili in caso di positività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *