Aimeri, la lotta dei dipendenti

06 aimeri dipendenti protesta

Da domani non avranno più un lavoro dopo undici anni di occupazione in un’azienda, la Aimeri Ambiente, che per conto di una società controllata da Hera Ambiente, la Akron , effettuavano la differenziazione dei rifiuti.

Loro sono i dipendenti della società che ha sede in via Trenti, 14 a tempo indeterminato e altri quattro a tempo determinato, che oggi sono nuovamente scesi in piazza per manifestare contro l’azienda che li ha abbandonati e che da ottobre non paga regolarmente gli stipendi ma anche per richiamare all’ordine Hera che secondo loro e i sindacati ha la responsabilità morale di quanto successo.

Per un cambio di gestione, dopo un nuovo bando, infatti Aimeri cede il passo ad un’azienda di Lugo, la Logistics Service che non solo non riassumerà il personale attualmente alle dipendenze di Aimeri, sembra che ne salverà solo cinque su 18, ma chiede anche a quelli che non perderanno il lavoro di aderire a un altro contratto, più penalizzante, quello della logistica, in qualità di soci lavoratori per un compenso mensile inferiore a quello attuale e quindi al di sotto dei mille euro.

Così oggi il picchetto in Piazza Savonarola poco prima del secondo tavolo di trattativa fra sindacati, imprese e istituzioni locali…Poco dopo mezzogiorno il tavolo si apre in un ufficio del Centro per l’impiego. Ci sono le istituzioni, l’assessore Caterina Ferri per la Provincia, l’assessore alle attività produttive Deanna Marescotti per il Comune, ci sono sindacati ma manca Aimeri e dopo cinque minuti anche la nuova azienda che subentrerà nei lavori di differenziazione dei rifiuti per Hera lascia il tavolo.

Trattative interrotte. Speranze finite per tutti i 18 operai che a quel punto si recano dritti dritti davanti ai cancelli di Hera per bloccare l’entrata dei camion coi rifiuti.

A Cgil intanto non rimane che impugnare i licenziamenti che a questo punto diventano esecutivi. Ora l’unica speranza è che Hera trovi una soluzione e quei dipendenti abbiano almeno uno straccio di ammortizzatore sociale. Briciole, secondo i sindacati, dopo la riforma Fornero.

%CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *