Al colloquio in carcere a Ferrara con la droga in bocca: arrestata

Aveva la droga nascosta in bocca ma è stata scoperta nella sala colloqui dagli agenti di polizia penitenziaria ed arrestata. E’ successo nella Casa Circondariale di Ferrara

A finire nei guai una donna italiana, di 30 anni, entrata in carcere per il colloquio settimanale con il suo compagno, detenuto all’Arginone

Durante i controlli di prevenzione, alla ricerca di oggetti e sostanze non consentite, gli agenti avevano notato alcuni atteggiamenti sospetti.

E’ stato in quel frangente che la 30enne ferrarese ha cercato, inutilmente, di disfarsi della sostanza contenuta in un involucro in lattice, nascosto nella bocca.

La verifica effettuata con il Drag-Test in dotazione al Comando della casa circondariale ha subito confermato che si trattava hashish e di cocaina e per la donna è scattato immediatamente l’arresto da parte del Comandante del reparto della Polizia Penitenziaria e di un Ispettore

“Le nostre congratulazioni vanno al comandante ed al reparto di Ferrara per le brillanti operazioni di polizia che stanno mettendo in atto in questo periodo hanno sottolineato Giovanni Battista Durante, Segretario generale aggiunto del Sappe e Francesco Campobasso, segretario nazionale

Poche settimane il primo arresto, proprio in carcere a Ferrara, per l’utilizzo di un telefonino, da parte di un detenuto, il cui possesso in ambito penitenziario, è “fraudolento” e penalmente rilevante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *