Al via il Buskers Festival al parco Massari di Ferrara

Tutto esaurito per l’esibizione di Paolo Rossi, ieri sera, a Parco Massari, che ha aperto ufficialmente la 34esima edizione del Ferrara Buskers Festival.

Circa mille persone, con contingentamenti, hanno prenotato per assistere allo spettacolo dell’attore, accompagnato dai Virtuosi del Carso.

Stefano e Rebecca BottonibuskersLa giornata inaugurale della settimana Buskers si è aperta alle 17,30 con l’accoglienza, da parte di organizzazione e amministratori, delle decine di artisti di strada che da giovedì si esibiranno a parco Massari.

Tra le novità, oltre alla location, c’è anche la mostra dedicata agli artisti di strada, inaugurata proprio stasera, al Padiglione di Arte contemporanea, alla presenza delle autorità cittadine.

Tra i cimeli compaiono: la lettera di ringraziamento ricevuta dalla Regina Elisabetta II d’Inghilterra, le lettere di richieste dei Buskers di tutto il mondo che, prima delle email, chiedevano per iscritto di poter partecipare all’evento ferrarese.

E poi tante foto storiche, tra cui quelle che immortalano la storica partecipazione di Lucio Dalla, nel 1989, a fianco del patron Stefano Bottoni (che oggi ha dato il proprio benvenuto in musica al pubblico, insieme ad alcuni amici storici del festival) e di Rebecca Bottoni, oggi presidente del FBF.

E ci sono ricordi fotografici anche di un’altra storica partecipazione, quella di Gianna Nannini, l’anno scorso ospite dell’evento.

sindaco pedriniIl sindaco Alan Fabbri intervenendo proprio a proposito dell’edizione 2021, ha parlato di “evento nel cuore della città, che ha saputo reinventarsi alla luce delle normative anti-Covid, arricchendo il proprio calendario di nuove iniziative” come, appunto, la mostra al Pac, il food, i laboratori creativi, le aree per bambini con spettacoli di giocolieri, che si associano ai 18 spettacoli in media in programma ogni sera. Spettacoli che non saranno cancellati in caso di maltempo ma rimandati alla prima data utile della settimana.

Per la presidente Bottoni “stiamo compiendo un altro passo verso il ritorno alla ‘normalità’ dopo mesi in cui il settore degli spettacoli ha sofferto particolarmente. L’arte salverà l’arte”. “Il Ferrara Buskers Festival è inoltre attento alla drammatica situazione in Afghanistan e sosterrà, con parte del ricavato, la Fondazione Pangea, impegnata con progetti rivolti in special modo a donne e bambini”.

buskers

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *