Videoconferenza in Prefettura: chiudono le scuole a Cento per crescita contagi

Il Prefetto Michele Campanaro ha presieduto stamane, in videoconferenza, la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica nel corso della quale, facendo il tradizionale focus settimanale sull’andamento dell’emergenza epidemiologica in atto, è stato definito, d’intesa con il vertice dell’Autorità sanitaria locale, il programma prioritario di vaccinazioni riservato alle Forze di Polizia territoriali.

Erano presenti all’incontro il Presidente della provincia Nicola Minarelli, l’Assessore al Comune di Ferrara Micol Guerrini, il Sindaco di Cento Fabrizio Toselli, il Sindaco di Codigoro Alice Zanardi, il Sindaco di Comacchio Pierluigi Negri, il Direttore Generale dell’Azienda USL di Ferrara Monica Calamai con il Direttore sanitario Emanuele Ciotti, il Commissario straordinario dell’Azienda Ospedaliero Universitaria S. Anna Paola Bardasi con il Direttore sanitario Elda Longhitano,il Questore Cesare Capocasa, il Comandante provinciale dei Carabinieri Gabriele Stifanelli, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza Cosimo D’Elia, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Antonio Marchese, il Direttore della Casa Circondariale Nicoletta Toscani, il delegato del Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo Giuseppe Massimiliano Marsico, il Direttore dell’Ufficio Scolastico provinciale Veronica Tomaselli, il Direttore dell’Agenzia per la Mobilità – AMI Michele Balboni e il responsabile della gestione TPER per la provincia di Ferrara Mauro Robustini.

La campagna vaccinale anti-covid su base volontaria riservata alle Forze di Polizia, alla quale ha sinora aderito il 79% della forza attiva pari a 1.300 operatori circa, sarà avviata già a partire da lunedì 1° marzo e le dosi saranno somministrate in punti vaccinali dedicati, individuati d’intesa con l’Azienda Sanitaria Locale negli Hub attrezzati della Fiera di Ferrara e della Pandurera di Cento, con un piano di vaccinazione programmato di cento dosi giornaliere, sette giorni su sette, sulla base del calendario che abbiamo definito oggi in Comitato” ha affermato il Prefetto Michele Campanaro, precisando che il percorso prioritario di vaccinazione comprende personale della Prefettura, della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, della Capitaneria di Porto e dei Vigili del Fuoco. “Ringrazio il Direttore Generale dell’Azienda Sanitaria Locale per l’enorme sforzo organizzativo profuso e per la pronta disponibilità a dare concreto e rapido seguito alle direttive impartite in proposito dal Ministero dell’Interno per l’attuazione del piano vaccinale riservato agli operatori del comparto Sicurezza, in prima linea, fin dall’inizio della pandemia, nell’attività di contrasto al diffondersi del contagio” ha proseguito il Rappresentante del Governo.

Nel corso della seduta odierna di Comitato, è stato inoltre tracciato il consueto quadro settimanale del trend epidemiologico a livello provinciale, con una curva del contagio che registra un sensibile segnale di incremento, soprattutto nelle fasce più giovani della popolazione. Alla data odierna, sono 1.531 i positivi in provincia di Ferrara (634 in più rispetto alla scorsa settimana), di cui 1.328 in isolamento domiciliare e 203 ricoverati (di questi, 26 in terapia intensiva); in lieve aumento anche la percentuale dei sintomatici, che sale dal 23 al 24%, a fronte del 76% di asintomatici. In questo quadro, resta critica la situazione relativa alla pressione ospedaliera sull’intera provincia, con una percentuale di occupazione dei posti letto che tocca l’84% circa, molto vicina allo scenario superiore di rischio massimo, quello 4, suscettibile di peggioramento anche a causa della saturazione delle capienze ospedaliere delle province limitrofe, quella bolognese in particolare, entrata in fascia arancione scuro con ordinanza del Presidente della Regione Emilia-Romagna.

Proprio al confine con la provincia di Bologna, l’impennata dei contagi registrati nelle scuole di Cento (FE) ha indotto il Sindaco Toselli, sentita la Regione e l’Azienda Sanitaria Locale, ad informare il Comitato di avere alla firma un’ordinanza sindacale di sospensione della didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado (escluse le scuole per l’infanzia), nel periodo dal 1° al 14 marzo prossimi.

Sul fronte dei controlli, infine, considerata la recrudescenza emersa dalle relazioni dei vertici del Sistema sanitario territoriale, il Prefetto Campanaro ha annunciato un deciso rafforzamento delle misure anticontagio, disponendo che le Forze di Polizia assicurino una puntuale attività di controllo, per garantire l’osservanza rigorosa delle stesse misure, con particolare riguardo alle aree in cui, per effetto dei provvedimenti adottati dalle autorità regionali o comunali, siano delimitati, a causa dell’aggravamento del quadro epidemiologico, ambiti territoriali caratterizzati da misure più restrittive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *