Al via la campagna vaccinale per i migranti

Il Prefetto Michele Campanaro ha presieduto, a Palazzo don Giulio d’Este, la riunione per pianificare la campagna vaccinale anti Covid in favore dei migranti e degli operatori delle strutture di accoglienza della provincia estense.

All’incontro erano presenti il Direttore Sanitario dell’Azienda Sanitaria Locale di Ferrara Emanuele Ciotti, con il Direttore delle attività socio sanitarie della stessa AUSL Franco Romagnoni, oltre ai rappresentanti di ASP – Centro Servizi alla Persona del Comune di Ferrara e degli enti gestori dei Centri di Accoglienza Straordinaria – C.A.S. della provincia.

“Con l’incontro di oggi si apre una fase nuova, ma assolutamente non meno importante, della campagna vaccinale contro la diffusione del Coronavirus – ha sottolineato il Prefetto Campanaro – Intendiamo dare massima attenzione all’indicazione del Ministero della Salute che ha ravvisato una necessità di prevenzione per la salute pubblica nell’attuazione della vaccinazione per i cittadini di Paesi terzi ospitati nel sistema di accoglienza. Lo faremo partendo già da martedì 27 luglio con una capillare campagna di comunicazione sui benefici della vaccinazione anticovid; una sorta di ‘porta a porta’, in stretto raccordo con l’Azienda Sanitaria Locale di Ferrara e con la fattiva collaborazione degli enti gestori, per incontrare in loco operatori e migranti inseriti nel sistema di accoglienza diffusa ferrarese”.

Gli incontri informativi serviranno a mettere a punto le concrete modalità della campagna di vaccinazione, che partirà lunedì 2 agosto, dando priorità a vaccinazioni fatte direttamente presso le strutture del sistema di accoglienza o, in subordine, presso gli hub vaccinali, in relazione alle diverse tipologie di accoglienza presenti sul territorio.

“Desidero ringraziare vivamente la Direzione Generale dell’Azienda Sanitaria – ha dichiarato il Prefetto al termine dell’incontro – per aver risposto tempestivamente a questo ulteriore sforzo che la pandemia ci sta chiedendo, in una fase ancora complessa di gestione dell’emergenza. Il ricorso allo strumento vaccinale è di importanza fondamentale anche per i migranti presenti nel sistema di accoglienza ferrarese e sono certo che, anche su questo versante, la provincia di Ferrara saprà dare dimostrazione di grande efficienza e solidarietà”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *