Al via le indagini per la “Casa dell’Ortolano”

Mentre si avvia il cantiere davanti al parco Bassani per il restauro conservativo del secondo chilometro di mura, in un altro punto della cinta muraria, dal lato di via Bologna, sono partite le indagini propedeutiche alla realizzazione del recupero della nuova ‘Casa dell’ortolano’, l’antico complesso (casa, fienile, stalla e aia) di 1.640 metri quadrati a pochi metri dalle fortificazioni di Ferrara, complesso acquisito dal Comune a gennaio scorso e bonificato, dopo anni, a partire da fine marzo 2021.

In queste ore la ditta Socotec sta realizzando i sondaggi con il prelievo di campioni di terreno oltre alle cosiddette ‘prove penetrometriche statiche’. Si tratta di carotaggi per eseguire indagini sul terreno, che verranno analizzati in laboratorio.

A questo si associano prove in sito per acquisire i dati fondamentali per i calcoli delle fondazioni e la progettazione strutturale.

A breve partiranno anche i lavori relativi alla prima fase di messa in sicurezza dei due immobili, con un primo stanziamento di 215mila euro, già previsto a metà dicembre.

In cantiere ci sono inoltre: l’introduzione di nuovi servizi di mobilità sostenibile e in dialogo con il sistema dei baluardi, con i poli museali, la nuova piazza Travaglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.