“Bonus commercio e dipendenti ex Carife”: programma di Bova – INTERVISTA

Ci sono due parole che compaiono nel suo cartellone elettorale: passione ed impegno.

E la passione e l’impegno sono alla base dell’agire di Alberto Bova, avvocato di professione, da qualche anno anche politico, prima come consigliere comunale e anche come consigliere provinciale.

 

 

Oggi, all’hotel Europa, con a fianco Francesco Fersini e molti dei rappresentanti della lista locale Ferrara Concreta, ha presentato il suo programma. Azioni concrete perché la concretezza appartiene alle liste civiche come la sua, la Civica Popolare che riporta il nome della Lorenizn, dice Bova.

Elenca diverse proposte anche per il territorio, per la famiglia, parla di infrastrutture e per le periferie e la loro sicurezza spiega che serve rianimare i quartieri attraverso gli incentivi al commercio. Bova infatti pensa di traslare l’idea che ha avuto il ministro Franceschini per il bonus librerie e di applicarlo ai negozi di una certa dimensione…

Il candidato della Civica Popolare parla poi di Carife. E’ giusto pensare al rimborso per gli azzerati – dice – ma c’è anche una questione dipendenti. Molti di quelli che sono rimasti in banca sono stati trasferiti lontano da casa e si spera che rientrino quanto prima, dice Bova… Nel suo intervento non mancano poi le frecciate a Leu, “quello che hanno fatto agevolerà i pentastellati e il centrodestra” dice e annuncia l’arrivo della Lorenzin per il 23, alle 20,30, al chiostro di Santa Chiara.

Si rivolge infine a chi crede ancora nelle liste civiche…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *