Alessia Rovigatti fiera del suo quinto posto

Nel Duo Show Under 21 ai Mondiali di Ju Jitsu a Abu Dhabi

“Al di là del risultato, sicuramente importante, sono fiera di me ed è stata una conferma sulla mia passione che – prima di questa competizione – volevo lasciare”. Alessia Rovigatti inizia a raccontarci così il suo 5^ posto, in coppia con Emma Arbizzani, conquistato nel Duo Show Under 21 dei Campionati Mondiali di Ju Jitsu che si sono svolti ad Abu Dhabi. “È stata una preparazione dura, piena di alti e bassi”, incalza l’atleta, “la mia compagna di gare mi aveva comunicato che non sarebbe riuscita a venire e così volevo mollare. Fortunatamente, però, non l’ho fatto e sono riuscita a combattere ad Abu Dhabi con Emma. È stata dura e a causa di un infortunio abbiamo dovuto rinunciare alla finale per il 3^ posto, aggiudicandoci il 5^ che rappresenta una gran voglia di crescere”. “Questo traguardo”, prosegue Alessia, “mi ha aiutato a capire che il mio futuro si riverserà su un’altra specialità singola. Non mi darò mai per vinta, ho ritrovato quella forza che avevo perso: nella vita, tutto ciò che accade è in vista di un qualcosa di più grande; credo che questo Mondiale mi sia servito per capire ciò che devo fare veramente. Ho passato momenti difficili a livello sportivo ma sono pronta a rimettermi in gioco e a puntare in alto, da sola.. senza scuse e senza riversare la colpa su terze persone. Ho un carattere complicato e per questo mi sento di continuare da sola. Questo risultato lo dedico – in primis – a me stessa: come ho già detto, mi ha portato a riflessioni sul mio futuro sportivo che non sono da poco. Da sempre il Ju Jitsu mi ha dato una grossa mano a livello psicologico; ogni vittoria o sconfitta contribuisce a creare la mia personalità, e anche questo risultato ha inciso”. Progetti futuri? “Adesso il mio pensiero va ai Campionati Italiani di aprile dove cercherò di portare a casa il titolo ma soprattutto cercherò di far vedere al meglio ciò che sono e ciò che so fare. Cercherò di essere il più possibile me stessa sul tatami”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *