Amianto: “Serve un piano nazionale”

03 amianto guariniello z#59Un convegno nazionale sul problema dell’amianto in Italia ma anche a Ferrara. E’ quello che si è tenuto in mattinata all’ospedale di Cona dove era presente il magistrato Guariniello, titolare del processo Eternit.

Non deve prevalere il senso di impunità e di giustizia negata per le vittime dell’amianto e per i loro familiari. E’ quanto è emerso in mattinata durante il convegno “Verso un piano nazionale per l’amianto: dal passato al futuro”.

Relatore speciale il magistrato della Procura di Torino, Raffaele Guariniello, titolare del processo Eternit in cui si è registrata la condanna in secondo grado a 18 anni di reclusione per il responsabile della produzione industriale. La battaglia contro le malattie provocate dall’amianto continua da più di 20 anni.

Dal convegno è emerso che ogni realtà territoriale dovrebbe dotarsi di un osservatorio sull’amianto e sui suoi effetti: a Ferrara c’è un piano e diversi protocolli per lo smaltimento di questa sostanza pericolosa, ma c’è ancora da fare.

%CODE%

Un pensiero su “Amianto: “Serve un piano nazionale”

  • 30/11/2013 in 9:08
    Permalink

    Molto interessante.

    Per completezza d’informazione, segnalo che un Piano Nazionale Amianto (PNA) c’é già (cfr: Uhttp://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_1945_allegato.pdf) ed è scaturito dalla II Conferenza Governativa sull’amianto, tenutasi a Venezia il 22-24/11/2012.

    Ora si tratta di farlo diventare operativo con formale recepimento normativo e adeguata copertura finanziaria, ad oggi assicurata solo dal Ministero della salute con una I tranche di 50 milioni €.
    Almeno altri due ministeri hanno contribuito a detto PNA: M. Lavoro e M. Ambiente. Non siamo a conoscenza di finaziamenti ad hoc da parte di questi enti.

    Antonio

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *