Amministrative Ferrara: gli incontri con i candidati sindaci – VIDEO

Candidati sindaco elezioni comunali ferrara 2019
Candidati sindaco elezioni comunali ferrara 2019

Esaurita con la presentazione di liste e programmi la fase di ascolto dei cittadini da cui sono partiti quasi tutti i candidati alla carica di sindaco di Ferrara per elaborare i loro programmi, in queste settimane si stanno moltiplicando gli incontri dei cittadini con tutti gli 8 candidati a confronto.

Incontri a tema, che dovrebbero rispondere alla domanda “quale è la città che ci proponete per il futuro?”

Si è partiti dallo sport con la Uisp,unione italiana sport per tutti,il 15 aprile scorso, per continuare sabato 27 aprile con le politiche di tutela della disabilità, promosso dal Comitato Ferrarese Area Disabili (CFAD), quindi il 2 maggio l’incontro promosso dalla FIAB, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta sui temi relativi all’ambiente e alla salute e in particolare sulla mobilità attiva.

Questa sera, lunedì 6 maggio, in CNA, alle 20.30, l’ appuntamento pubblico, preceduto da uno analogo di sabato per iniziativa dell’Afarc, sulle politiche economiche delineate dai programmi elettorali dei vari sindaci. Un tema che sara ripreso mercoledì 8 maggio dall’incontro promosso da Ascom Ferrara sul futuro del Terziario in questa provincia, e che si terrà nel salone conferenze della Camera di Commercio alle ore 19.00.

Domani sera martedì 7 maggio, alle 21, sarà la volta delle politiche del turismo e in particolare del turismo culturale, più avanti,il 16 maggio, al cinema San Benedetto è già in programma il confronto promosso da AGESCI Ferrara, come momento conclusivo del progetto Noi per la città. Per una cittadinanza responsabile, promosso dalle articolazioni ferraresi di Azione Cattolica, ACLI, AGESCI, Ferrara Bene Comune, MASCI, Movimento Rinascita Cristiana e Salesiani cooperatori.
Sono giù numerosi, e certamente ce ne saranno altri, gli incontri in cui i candidati alla carica di sindaco di Ferrara per il prossimo quinquennio sono chiamati a raccontare il loro programma elettorale, per alcuni dettagliatissimo, per altri più succinto, ma per tutti con evidenti priorità, che talvolta coincidono.

In CNA questa sera, alle 20.30, gli imprenditori, come spiegato da Riccardo Cavicchi responsabile area Ferrara, chiederanno ai candidati “con quali proposte intendono rilanciare l’economia e lo sviluppo, cosa farà il futuro sindaco per le imprese ferraresi, che ogni giorno creano ricchezza e danno lavoro e se intende ascoltare le richieste degli imprenditori, che chiedono meno tasse e meno burocrazia.”

L’incontro pubblico di martedì 7 maggio a Palazzo Crema intitolato “Ferrara: cultura e turismo per una città felicemente diversa” ideato da Il Gruppo dei 10 verterà sul tema , come scrive Massimo Cavalleretti, presidente–della cultura come chiave d’interpretazione per l’auspicabile crescita della nostra città, sia per la qualità della vita dei suoi abitanti, che per le positive ricadute sul turismo e sull’economia” e si svilupperà attraverso le domande rivolte da quattro responsabili delle testate giornalistiche ferraresi, stampa, tv e testate on line, cui seguiranno gli interventi dei cittadini, che hanno risposto in gran numero all’invito.
L’incontro di Ascom di mercoledì 8 maggio vuole essere un’occasione per riflettere seriamente sul futuro del commercio di vicinato e sull’importanza che ha come motore economico ma anche come presidio di legalità e sicurezza, richiamando la futura amministrazione anche alla dovuta attenzione verso le prospettive delineate dalle politiche nazionale agli operatori del commercio locale.

L’incontro del 16 maggio, promosso da Agesci, Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani – Zona di Ferrara, e aperto alla partecipazione del mondo cattolico non necessariamente associativo, vuole chiedere ai candidati sindaco sia di cimentarsi con la complessità dei problemi, sia di confrontarsi con la loro dimensione concreta, elaborando proposte e soluzioni.
“…la nostra città dovrà affrontare nei prossimi anni, dice il comunicato, problemi che non possono essere affrontati, e tantomeno risolti, con la mera propaganda o con le modalità superficiali dei social network. La politica urlata magari farà vincere, scrive Agesci, le elezioni ma la fatica dell’amministrare ogni giorno una città come Ferrara richiede un atteggiamento di grande riflessione, di competenza e di profondo rispetto per ogni sensibilità.”

Dalia Bighinati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *