Anche il nuovo anno regala amarezze a Ferrara United

Dopo la sconfitta a Firenze, coach Ribaudo soddisfatto della fase difensiva, non di quella offensiva

La prima di ritorno coincide con una nuova battuta d’arresto per il Ferrara United che sul difficile campo della Fiorentina esce sconfitto con il punteggio di 23-19. Partita equilibrata proprio come quella di andata che aveva visto vittoriosi i ferraresi di quattro lunghezze ma con una formazione completamente diversa.
Ribaudo difatti è costretto ad inventarsi una formazione rivoluzionaria complice tantissime assenze e nonostante le difficoltà i giocatori si dimostrano sul pezzo soprattutto in fase difensiva dove in confronto alla scorsa partita contro Sassari, l’attenzione riesce a limitare le azioni offensive dei padroni di casa. Meno precisa e più in difficoltà la fase di attacco che trova difficilmente la via realizzativa dovendo fare i conti con qualche errore di confusione e di precisione di troppo.
“Rispetto la partita di andata, vinta con un allungo nel finale, la quadra è stata rivoluzionata senza i terzini Argentin, Garani, Alberino, Bellinazzi e Sigolo; senza i pivot Hristov e Marzocchi e senza l’ala destra Castaldi. Abbiamo perciò messo in evidenza una buona difesa ma è mancato il supporto in fase offensiva dove i tanti errori al tiro hanno consentito agli avversari si scavare un gap importante nonostante una grande rimonta tentata nel finale. Siamo comunque molto sereni perché la qualità del lavoro in settimana è alta e prima o poi darà i suoi frutti”.
Sono queste le parole di mister Ribaudo al termine della partita, con testa già al prossimo incontro di domenica all’insolito orario delle 12:00, dove al Boschetto arriverà Camerano per un altro importantissimo scontro salvezza.

Continua con entusiasmo l’avventura dell’under 15 che anche domenica scorsa non è riuscita a trovare la prima vittoria stagionale a beneficio del Parma. Per intensificare gli allenamenti coach Neli Dobreva ha organizzato alcune amichevoli e inserito alcune sedute in più di allenamenti per dar sfogo al grande entusiasmo che i giovani atleti stanno dimostrando in campo e durante il lavoro settimanale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *