Animali e Codice Civile

Cancelliamo subito ogni dubbio: nessun regolamento condominiale può impedire di tenere in casa un animale. Fortunatamente infatti, oggi il cane e il gatto vengono considerati una vera e propria parte del nucleo familiare e quindi, impedirne la presenza, equivale a penalizzare i diritti del condomino rispetto alla sua proprietà esclusiva. Se dunque i regolamenti condominiali non possono vietare di avere un animale domestico, va anche sottolineato che in un caso, quando è previsto dal contratto di locazione, il divieto non può essere contestato. E’ naturale che per evitare eventuali e giuste rimostranze da parte degli altri condomini, occorre prestare attenzione a che il nostro animale non crei fastidi di alcun genere, soprattutto sul piano della pulizia e dell’igiene. Non sono da prendere in considerazione, neppure eventuali tentativi di impedire che il nostro “amico”, sia escluso dalle parti comuni, il che significa che può usare anche l’ascensore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.