Anonymous scova il capo della propaganda Isis: online foto e dati personali

ISIS

Sarebbe un ragazzo tunisino che vive a Manouba, a nord della Tunisia, uno degli hacker fiancheggiatori dell’Isis.

Le sue foto e i suoi dati personali sono stati diffusi su Twitter da Anonymous, l’organizzazione di hacker-giustizieri che ha deciso di dare la caccia all’Isis sulla rete. Secondo Anonymous, Majdi M. potrebbe essere il capo della propaganda online dei terroristi. Sono stati chiusi decine di siti e account sui social network, alcuni gestiti direttamente dal ragazzo tunisino.

Idiota – “Questo idiota – scrivono gli attivisti di Anonymous su Twitter – era stato avvertito di smettere di sostenere l’Isis, ha ignorato (l’appello) e ora corre come un coniglio”. Sul social sono stati pubblicati l’indirizzo di casa di Maidi M. e il suo numero di telefono. E la reazione non si è fatta attendere, con il tunisino pronto alla risposta alla caccia che gli stanno riservando sullo stesso canale: “Davvero? Non siete riusciti neppure a trovare la mia email? Pensavo che gli hacker occidentali fossero più bravi, ora mi sono rassicurato, siete un cumulo di rifiuti”.

Interpol – Anonymous ha girato le informazioni raccolte agli agenti dell’Interpol. Ma il presunto leader della propaganda jihadista potrebbe aver utilizzato un sistema per triangolare la connessione. Una guerra in rete a colpi di cavalli di troia e lenzuolate di codici, destinata a non finire presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *