ANTONIO BENINI: IL RICORDO DI JU JITSU ITALIA

Presidente dal 1991 al 2018, anno della sua prematura scomparsa

Era il 15 maggio 2018 quando Antonio Benini è venuto a mancare, all’età di 62 anni, a causa di una malformazione congenita al cuore. Una perdita incolmabile per tutti coloro – e sono davvero numerosi – che hanno avuto il piacere, l’onore e l’orgoglio di conoscerlo, ma anche apprezzarlo…. impararando, così, una lezione di vita che solo lui ha saputo trasmettere. Ma chi era “Toni”? Dal 1991 al 2018 è stato Presidente del Csr Ju Jitsu Italia: carica – questa – che ha sempre ricoperto con una dedizione davvero incredibile perchè il tatami è stato parte integrante nel suo vissuto…. una forza unica insieme ai suoi ragazzi e ai suoi amici in questa disciplina. Davvero un esempio in tutto e per tutto. “È stato un compagno di vita meraviglioso”, le parole della Signora Ombretta Zabini…. la moglie, “abbiamo vissuto insieme per 42 anni. Antonio era straordinario: generoso, altruista e rivolto sempre agli altri. Si è fatto voler bene da tutti, non solo a livello sportivo ma anche nel suo lavoro (aveva un’Impresa Edile) e ovunque. Il Ju Jitsu è sato fondamentale per lui, anche nei momenti più difficili legati alla sua malattia che – a causa di ulteriori disturbi – lo aveva costretto in carrozzina. In cambio aveva sempre trovato tantissima disponibilità, tutti sono sempre stati pronti ad aiutarlo. Un esempio? I Campionati Mondiali che si sono svolti ad Abu Dhabi nel febbraio 2018: Toni ci teneva parecchio ad esserci, come in ogni circostanza. I Dottori da cui era seguito avevano acconsentito e lui era in prima linea accanto ad ognuno di loro per sostenerli ed incitarli; lui era il punto di riferimento della squadra e nessuno si è sottratto per aiutarlo, ma soprattutto nel condividere insieme a lui tantissime gioie. A loro un ringraziamento immenso, con tutto il cuore. Ci tengo a sottolineare che è stato benvoluto anche dai suoi paesani, specialmente dagli abitanti della sua via – via Canali a Poggio Renatico – che ancora oggi lo ricordano con affetto per tutte le iniziative che sono state fatte dopo il terremoto e che l’hanno visto molto attivo attraverso le sue idee e anche per la sua allegria e disponibilità. Dopo la sua scomparsa, tutto è diventato un bel ricordo di un’esperienze che ci ha uniti per diversi anni.” Toccante anche il pensiero del Maestro Silvano Piero Rovigatti, suo compagno in numerose esperienze ma – prima di tutto – uniti da un legame straordinario. “Insieme abbiamo portato il Csr Ju Jitsu Italia da livello nazionale a mondiale, stando sempre dalla parte degli Atleti per permetter loro di raggiungere risultati eccellenti. Antonio è sempre stato attivo nell’Associazione, senza mai tirarsi indietro: un evento da ricordare? L’ organizzazione dei Campionati Mondiali nel 1994 in Italia, a Pieve di Cento. Inoltre è sempre stato presente alle competizioni, stage, esibizioni. Ricordo Toni con grande emozione ed affetto. Non era solo il Presidente, ma era un grande amico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *