Petrolchimico, approvato il Progetto Operativo di Bonifica per il sito Eni Rewind Spa

La Giunta comunale ha approvato il Progetto Operativo di Bonifica delle matrici superficiali (Fase 1) per il sito Eni Rewind Spa (ex Società Syndial Spa) all’interno dello Stabilimento petrolchimico multi societario di Ferrara.

L’opera di bonifica delle matrici superficiali (terreni e acque sotterranee di impregnazione) dell’area Eni Rewind Spa all’interno del Polo Chimico industriale riguarda il complesso di aree utilizzate in passato da Eni per attività produttive, oggi dismesse e che Eni Rewind Spa ha il compito di bonificare per eliminare le passività ambientali conseguenti. Per l’intero complesso di aree, sempre per le matrici superficiali, nel 2016 la Giunta comunale di Ferrara aveva approvato l’Analisi di rischio sito specifica propedeutica alla presentazione del Progetto Operativo di Bonifica (POB).

Con la Delibera del 2016 il Comune aveva impartito numerose prescrizioni che sono state l’oggetto di un corposo carteggio successivo tra la società responsabile della bonifica e gli Enti della conferenza di servizi, con invio di documenti che sono stati valutati e discussi tra le parti a più riprese. Nell’ultima seduta (l’8 luglio 2020) la Conferenza di servizi, valutati i documenti presentati da Eni Rewind, ha ritenuto di proporre alla Giunta comunale l’approvazione del Progetto Operativo di Bonifica di Fase 1, impartendo nuove prescrizioni.

Contestualmente all’approvazione di tale Progetto, la Giunta ha approvato anche l’importo della fideiussione da predisporre in favore del Comune, a garanzia dei costi da sostenere in caso di intervento sostitutivo, pari al 50% del costo stimato dell’intervento (più IVA), ossia 186.450 euro.

A cura del Servizio Qualità Ambientale Adattamento Climatico del Comune di Ferrara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *