AQUILE ALLE FINALI DI FLG FOOTBALL

Dopo le tre vittorie nel concentramento di Grosseto

Strappano il biglietto per le finali del campionato di 2° Divisione di flag football le Aquile che nella trasferta di Grosseto affrontata sabato e domenica raccolgono 3 vittorie ed 1 sconfitta con una prestazione corale di tutto rispetto e con i coach Golfieri e Sacco che hanno messo in campo a rotazione tutti i giocatori disponibili tra cui l’innesto di Giacomo Ferrari e Gabriele Paganini il cui talento si è fatto già apprezzare nei campionati tackle giovanili dei Duchi e nella formazione senior delle Aquile (e anche nel campionato austriaco per Paganini). Iniziano a giocare già sabato di prima mattina le Aquile partendo però con il freno a mano tirato contro la prima avversaria, la Nazionale Femminile, complice anche il lungo viaggio all’alba di parte della squadra per arrivare puntuali alla partita prevista per le nove del mattino ed infatti sono le azzurre ad andare a segno per prime, poi i ragazzi di Golfieri ritrovano il ritmo gara e si impongono con un netto 55 a 24 che serve a carburare gli estensi prima dell’importante partita contro i Daemons da affrontare in tarda mattinata; qui è indispensabile la vittoria per mantenere le prime posizioni del girone e non complicarsi la vita nelle partite successive. Le Aquile ne sono ben coscienti e non prendono l’impegno sottogamba, giocando la una delle migliori partite della stagione con una difesa attenta che concede poco , anzi con Vitali che intercetta tre palloni, trasformati dall’attacco in altrettanti touchdowns e l’offense di Golfieri che gira con precisione assoluta in campo, controllando il possesso dell’ovale ed il tempo di gioco e andando a segno più volte fino al definitivo 46 a 19 che chiude la giornata per gli estensi. Domenica in tarda mattinata tocca agli Alfieri Asti che malgrado arrivino dal fondo della classifica danno filo da torcere alle Aquile comunque vincenti con il punteggio di 26 a 6 e con Golfieri e Sacco che fanno ruotare le riserve in campo; nel pomeriggio arriva la partita più difficile contro i Grifoni Perugia che nella classifica nazionale sono al 4° posto avanti di una posizione rispetto alle Aquile e che riescono fin da subito ad imporre il loro gioco agli estensi, complice probabilmente la stanchezza dopo 2 giorni di partite, l’assenza di alcuni giocatori titolari e con qualche giocatore acciaccato; complice anche una certa rilassatezza della squadra ferrarese che ha la qualificazione alle finali già in mano i Grifoni si impongono per 27 a 6. Ora ci sono due settimane per le Aquile per preparare al meglio le finali del 2 e 3 ottobre prossimi a Bologna e che vedranno scendere in campo le 8 migliori squadre del torneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *