AQUILE: applausi per l’organizzazione del raduno nazionale Under 19

Tre giorni per le giovani leve del football azzurro al Mike Wyatt Field

Un successo tecnico ed organizzativo per le Aquile e per il football americano l’evento svoltosi nel weekend appena trascorso nella bella cornice del Mike Wyatt Field dove la squadra estense ha ospitato il raduno della nazionale under 19 di coach Giorgio Longhi. Sono stati tre giorni intensissimi ma totalmente appaganti e coinvolgenti con oltre 100 tra atleti e tecnici coinvolti che da venerdì hanno svolto allenamenti e sedute tecniche fino a domenica quando la partita amichevole tra la selezione azzurra e la formazione delle Aquile ha sancito la conclusione del raduno che ricordiamo, è stato pianificato dalla federazione italiana in vista degli Europei di categoria di luglio. Come anticipato nei gironi scorsi, nella selezione azzurra erano presenti 3 atleti dei Duchi provenienti dall’under 18: Bindini, Brunetti e Berti, con i primi due che hanno ben figurato nelle varie sessioni di allenamento , mentre Berti, sfortunata vittima di infortunio il primo giorno, non ha potuto partecipare pienamente a tutte le attività sul campo. Interessante anche l’esperienza per gli altri 6 giocatori dei Duchi provenienti dall’under 15: Bencivenga, Franco, Graziani, Montanari, Motta, Sciarretta sono stati visionati dal coaching staff in prospettiva futura e hanno potuto provare con gli altri ragazzi l’emozione di un raduno in maglia azzurra. Domenica, come atto conclusivo del raduno la nazionale under 19 ha affrontato una selezione composta in gran parte da giocatori delle Aquile e guidata dal coach estense Faragalli e dai suoi assistenti allenatori; nella partita disputata il Blue Team si è imposto sulla selezione estense con un paio di touchdown di vantaggio fornendo utili indicazioni allo staff tecnico sugli schemi di gioco e sui papabili titolari che, al termine delle selezioni, potranno vestire la maglia azzurra. Entusiasta del successo dell’evento il presidente estense Ferrandino: “Sono stati tre giorni frenetici ma abbiamo dato un esempio di ospitalità e gioia nei confronti di questo sport e di chi lo pratica. Sono molto orgoglioso di essere il presidente di questa squadra e ringrazio i i dirigenti e giocatori per l’aiuto e la partecipazione; un grande ringraziamento va anche ai genitori dei giovani Duchi che si sono prodigati in maniera fantastica per dare una mano durante il raduno”. Apprezzamento per quanto fatto è stato espresso anche dalla Federazione Italiana tramite il vicepresidente Tortosa presente per l’intera durata del raduno: “Ringrazio a nome della federazione, le Aquile per l’ospitalità, l’accoglienza e la disponibilità della squadra ci hanno fatto sentire a casa e capire quanto questo sport sia amato a Ferrara; lo staff, i giocatori ed i fantastici genitori degli atleti estensi si sono prodigati al massimo per darci l’opportunità di lavorare al meglio durante tutto il raduno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.