AQUILE: arriva un’altra sconfitta

25-20 con i Dolphins Ancona

Aquile
Giornata di grande football quella vissuta ieri al Mike Wyatt Field di via Veneziani. Match avvincente e finale da brivido tra Rexnord-Tollok Aquile Ferrara e Dolphins Ancora; alla fine la spuntano i dorici per 25 a 20, ma il sodalizio estense continua a fare passi avanti, dimostrando la bontà della “cura” di coach Mantovani.

Le Aquile stanno infatti trovando la propria dimensione, fatta di equilibrio difensivo, discreta versatilità in attacco e grande efficacia degli special team. Purtroppo questa crescita non è bastata per avere la meglio sui verdearancio di Ancona, abili in difesa (3 intercetti ed una safety), e produttivi in fase d’attacco, con un dominante Nic Harris.
La gara è rimasta a lungo in equilibrio. Le Rexnord-Tollok Aquile hanno risposto alle segnature dei Dolphins grazie ai TD di Mingozzi (da kick off return) e Pizzuto (punt bloccato, recuperato e riportato in meta), chiudendo il primo tempo sotto di due punti sul 14 a 16. Poi i Dolphins piazzano la zampata vincente, portandosi sul 25 a 14, anche se in un finale all’ultimo respiro i ragazzi estensi accorciano le distanze (TD di Mingozzi) ma non riescono a concludere la rimonta.

Comunque soddisfatto a fine partita l’head coach Matteo Mantovani: “Usciamo sconfitti di misura da una gara in discussione fino alla fine. Siamo rimasti in partita grazie a una straordinaria prova della difesa e delle squadre speciali. In attacco invece abbiamo molto faticato, non riuscendo mai a eludere l’attenta difesa avversaria, anche a causa di qualche assenza. Adesso non ci rimane che continuare a lavorare duro; i miglioramenti rispetto alla fase iniziale del campionato sono evidenti. Semplicemente, non sono ancora sufficienti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *