AQUILE: è arrivata la prima vittoria

REAPERS TORINO-AQUILE FERRARA 5-6 (3-0)(0-6)(0-0)(2-0)

Prima sofferta vittoria nel campionato 2022 per le Aquile di coach Faragalli che salite nuovamente a Torino sabato sera ad una settimana dalla sfida con i Giaguari, riescono nella non facile impresa di espugnare il campo al termine di una partita tesa e combattuta decisa nel finale dagli estensi. Partita che era iniziata subito in salita per le Aquile con l’infortunio di La Torre nei primi minuti di gioco, uno dei cardini della difesa ferrarese che costringe subito coach Brunetti ad attingere alle riserve a disposizione; inoltre il drive offensivo dei Reapers si sviluppa per tutto il campo fino ai pressi dell’end zone estense dove la difesa però blocca qualsiasi tentativo di segnare un touchdown ed i Reapers devono accontentarsi del field goal da 3 punti. Il primo quarto continua all’insegna degli errori per gli estensi soprattutto in attacco dove perdono palla su uno snap mal riuscito e le Aquile regalano ancora il possesso ai Reapers in ottima posizione per segnare. La difesa estense reagisce con caparbietà e costringe nuovamente al field goal i torinesi che però sbagliano i pali lasciando il punteggio invariato sul 3 a 0. All’inizio del 2° quarto un bel drive d’attacco delle Aquile viene vanificato da un fumble appena fuori dall’end zone torinese ed i Reapers sono lesti a recuperare palla. Ci pensa ancora la difesa a spegnere le velleità dei padroni di casa con il linebacker Neodo che recupera una fumble degli avversari; purtroppo l’attacco estense si lascia scappare anche questa occasione e regala nuovamente palla agli avversari. Tocca ancora alla difesa ferrarese tenere in piedi la partita e il difensore Bastia Marcelli con un devastante placcaggio sul qb torinese Brena fa saltare l’ovale dalle mani di quest’ultimo con lo stesso Bastia Marcelli che recupera il pallone e lo riconsegna al proprio attacco. Il festival dei turnovers però non è finito e il qb estense Zeno Zucchelli viene intercettato poco dopo ma i Reapers non hanno il tempo di festeggiare poiché su un passaggio di Brena deviato arriva ancora un’altro linebacker delle Aquile, Baldoin che recupera il pallone e si invola fino ad 1 yard dall’end zone torinese. La segnatura del vantaggio Aquile arriva poco dopo per mano di Rocco Zucchelli con una corsa di potenza in end zone e malgrado la trasformazione sbagliata sono le Aquile a condurre la partita per 6 a 3 all’intervallo. Nella ripresa nessuno tentativo di segnare delle due squadre va a buon fine e con i Reapers ancora in posizione pericolosa è di nuovo Neodo a chiudere la breccia recuperando un’altro fumble commesso dai torinesi. Arriva l’ultimo quarto con un incontro tutt’altro che deciso e tanto nervosismo in campo ma è la difesa estense che continua ad essere il reparto più incisivo per le Aquile con l’intercetto di Bindini ai danni di Brena e però gli estensi che potrebbero tentare di allungare il vantaggio vengono invece bloccate a ridosso della propria end zone dall’arcigna difesa torinese. Con poco più di 3 minuti da giocare coach Faragalli fiducioso nella propria difesa decide di non rischiare in attacco e le Aquile si fanno placcare in end zone per una safety da 2 punti che porta il risultato sul 6 a 5 sempre a favore delle Aquile. Ora si tratterebbe di ridare il pallone in profondità ai Reapers con il kickoff costringendoli a ripartire dalla propria metà campo, con la difesa ferrarese che nulla ha concesso agli avversari nel 2° tempo, a fare buona guardia per il poco tempo rimanente alla fine dell’incontro. Ma la tensione si fa sentire e l’espulsione di Romagnoli unica vittima di una direzione gara non proprio brillante priva le Aquile del kicker titolare con Bindini che lo sostituisce con un buon calcio, vanificato in parte da un bel ritorno dei Reapers a cui basta piazzare un field goal per vincere. Torinesi nella metà campo estense e una difesa provata che fatica a contenere i giochi offensivi dei padroni di casa; i Reapers arrivano a distanza utile per il calcio con una manciata di secondi da giocare, nel caso segnassero le Aquile non avrebbero più opportunità per rientrare in partita ma arriva una prestazione dello special team estense da incorniciare: il calcio che si invola tra i pali viene stoppato dall’imponente defensive tackle estense Brunetti che in massima elevazione devia il pallone con il linebacker Quadretti lesto a recuperare l’ovale ridando il possesso alle Aquile a cui non resta che inginocchiarsi per far passare gli ultimi 2 secondi di partita e iniziare a festeggiare la prima vittoria in campionato. Una partita tutt’altro che perfetta per gli estensi capaci però di perseverare con costanza a discapito dei tanti, troppi errori commessi; una brutta vittoria è meglio di una bella sconfitta ed in casa Aquile c’era bisogno di una boccata d’aria fresca; del resto già nelle precedenti partite contro i forti Giaguari i ragazzi di coach Faragalli avevano mostrato di avere i numeri e le qualità per competere con tutte le squadre del girone. Da domani però si dovrà gia pensare a domenica prossima quando i Reapers renderanno visita alle Aquile al Mike Wyatt Field e sicuramente ci sarà un’altra battaglia senza esclusione di colpi per capire chi si aggiudicherà in maniera definitiva il secondo posto del girone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.