ARIOSTO: con Pontinia arriva la vittoria che vale la salvezza

Il collettivo prevale sulle individualità e certifica il quinto posto

La partita perfetta non esiste ma il pomeriggio sì, ed è
molto simile a quello vissuto al “Pala Boschetto” dall’Ariosto nel weekend che antecede le festività
Pasquali. Panayotova, in enorme spolvero, prova in tutti i modi a rovinare la festa salvezza dell’Ariosto che tuttavia trova nel collettivo la forza per chiudere la pratica e regalare al pubblico ferrarese la gioia della certa permanenza nella massima serie.

IL MATCH: Coach Carlos Britos, punta sul collaudato e opta per uno starting seven composto da Darjana Vuklis fra i pali, Marjana Tanic, Martina Crosta e Mari Tomova sugli esterni, Capitan Soglietti e Luciana Fabbricatore in ala e Fer Marrochi a completare in pivot.
L’avvio di gara è contraddistinto da un continuo susseguirsi di cambi di fronte con gli attacchi a farla decisamente da padrone sulle difese. All’ottavo di gioco, su un fallo di Tanic, alla centrale
emiliana vengono comminati 4′ di esclusione: due per l’intervento irregolare e altrettanti per proteste. Un’inferiorità numerica prolungata che tuttavia non modifica l’incedere equilibrato del
match. L’Ariosto sfodera gli artigli e, dopo aver mantenuto la parità nonostante l’effettivo in meno, passa a condurre sul 10-9 con Tomova, costringendo coach Nasta al primo time out. Pontinia esce bene dalla sospensione e con la scatenata Panayotova (14 reti per lei) ritrova il vantaggio al 20′ sul 13-12. E’ paradossalmente la svolta del match: Ferrara aggredisce le ospiti e infliggendo un
tremendo parziale di 7-0, chiude la prima frazione di gioco in vantaggio sul 19-13.
Nella ripresa Ferrara tenta l’allungo, toccando il +7 (22-15) con la rete di Crosta al 33′. Pontinia, a caccia del terzo posto a scapito di Mestrino (sconfitta nettamente a Salerno), nonostante le difficoltà
palesate in difesa non molla la presa sul match ed inizia una lenta rimonta. Sono Squizzato, Rueda e Colloredo a vestire le coccarde di spalle realizzative a supporto della scatenata Panayotova. La rete di Rueda riduce il margine dell’Ariosto a sole 5 reti al 38′ (25-20). Marrochi allunga nuovamente sul +7 (29-22 al 44′), prima che Squizzato e Francesconi piazzino il controbreak di 3-6 (32-28) che
induce coach Britos a chiamare time out. Coloredo, la migliore delle ospiti nella ripresa, fa tremare il “Pala Boschetto” quando, al 51′ insacca la rete del -2 (33-31). A segnare il match in favore di
Ferrara è l’errore, in aperto contropiede, dell’ala Francesconi che vanifica il possibile -1. L’inerzia del match gira nuovamente: Fabbricatore e Soglietti mettono a referto le reti che valgono l’allungo sul 36-31, prima che Tomova e De Santis vengano escluse per 2′ al 56′ sul 38-33 lasciando le locali in doppia inferiorità numerica. Troppo tardi per riaprire la contesa: Soglietti, MVP del match con 10 reti, segna due reti in contropiede e fissa il 41-36 finale.

Campionato concluso per l’Ariosto che saluta con un grande sorriso una stagione 2021-22 ricca di emozioni altalenanti. Un grande girone di ritorno ha cancellato una prima parte di campionato contraddistinta da una falsa partenza. Appuntamento a tutti gli sportivi nella prossima stagione… al “Pala Boschetto”.

LA POST SEASON: Brixen, Salerno, Mestrino e Pontinia si giocheranno lo scudetto nella poule play off che prenderà il via il prossimo 4 Maggio. Leno invece paga a caro prezzo il ko interno
contro Casalgrande e retrocede in Serie A2. Ferrara e Casalgrande festeggiano la salvezza, in attesa di capire chi tra Padova ed Erice gli farà compagnia. A stabilire chi farà compagnia a Cassano Magnago, Malo e Mezzocorona, parteciperà alla poule play out, sarà il decisivo recupero fra Cassano Magnago ed Erice del “Pala Tacca” del prossimo  28 Aprile. In caso di vittoria, Erice sarebbe salva e condannerebbe Padova alla tagliola della post season.

TABELLINO
Ariosto Pallamano Ferrara vs Pontinia 41-36 (19-13)
Ariosto Ferrara: Vitale, Vuklis, Manfredini 1, Tanic 2, Crosta 2, De Santis, Lo Biundo, Fabbricatore 3, Visentin, Marrochi, Guidicini, Tomova, Ottani, Soglietti. All. Britos
Pontinia: Ramazzotti, Podda 1, Francesconi 5, Squizzato 5, Costanzo, Di Prisco, Conte, Colloredo 5, Di Giugno, Bernabei 1, Rueda 3, Bassanese 1, Panayotova 14, Barbosu. All. Nasta

RISULTATI 11^ GIORNATA DI RITORNO
Ariosto Ferrara vs Pontinia 41-36
Cassano Magnago vs Mezzocorona 31-27
Salerno vs Erice 34-22
Brixen vs Mestrino 27-22
Leno vs Casalgrande 25-28
Padova vs Malo 29-20

CLASSIFICA FINALE SERIE A BERETTA: Brixen 41, Salerno 38, Mestrino 32, Pontinia 30,
Ariosto Ferrara 22, Casagrande 22, Padova 19, Erice 20*, Cassano Magnago 18*, Malo 7,
Mezzocorona 6, Leno 5.

VERDETTI:
Play off Scudetto
Brixen vs Pontinia
Salerno vs Mestrino
Playout: Mezzocorona, Malo, Cassano Magnago, Erice/Padova
Retrocessa in Serie A2: Leno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.