ARIOSTO – Luciana Fabbricatore tanta nostalgia di casa

L’atleta di Buenos Aires, tanta passione per la pallamano, un futuro in Italia, ma anche il desiderio della famiglia così lontana

“La pallamano – nella mia vita – rappresenta tutto. Ho fatto la scelta di venire in Italia, a tantissimi km da casa mia, solamente per amore di questo sport”. L’Argentina è la patria di Luciana Fabbricatore, classe 1993. “Sono nata a Buenos Aires”, le sue parole, “ho cominciato a giocare a sette anni grazie a mia sorella maggiore che già praticava la pallamano”. Una carriera, per l’ala sinistra, di assoluto prestigio. “Ho militato fino al 2010 nel Club Ferro Carril Oeste; successivamente nel Club S.E.D.A.L.O. fino al 2015, disputando – in quegli anni – due Panamericani e due Mondiali con la Nazionale Argentina Under 18 e Under 21”. Nel 2015 l’approdo in Italia: due stagioni a Teramo, una a Ferrara con l’Handball Estense, una parentesi di alcuni mesi a Dossobuono….dal 2019 il ritorno a Ferrara con l’Ariosto Pallamano. “È il mio secondo campionato in questa società”, incalza Luciana Fabbricatore “per quanto riguarda quest’anno, siamo una squadra abbastanza giovane: abbiamo alti e bassi ma – fortunatamente – siamo un gruppo bellissimo. Anno complesso, questo, per il discorso Covid-19 e per tutti i protocolli che ci sono. Personalmente è molto difficile perchè da veramente molto tempo non torno a casa e sento molto la mancanza della mia famiglia: ci tengo a ringraziare le molte persone al mio fianco…..il mio ragazzo e gli amici che mi danno una mano molto grande”. In campo? “Sono molto esigente con me stessa. Gioco sempre per dare il meglio in tutte le partite”. In conclusione, il futuro. “Ho già un progetto di vita in Italia che va oltre la Pallamano. Inoltre spero di continuare a crescere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *