ARIOSTO: viaggio a vuoto a Cassano

<h3Sconfitta, 32-31, per la squadra di Britos che stenta a trovare equilibri e compattezza

Colpo non andato a bersaglio. L’Ariosto non riesce a portare in Emilia punti dalla trasferta di Cassano Magnago e ora si interroga su un avvio di stagione lontano dalle aspettative estive.

Coach Britos opta per uno “starting seven” composto da Villoslada fra i pali, Tanic, Crosta e Tomova sugli esterni, capitan Soglietti e Fabbricatore sulle ali e Fer Marrochi a completare in posizione di pivot.

L’avvio è promettente: dopo 2′ minuti di studio sono Tanic e Jovovic a muovere il tabellino. La gara accelera improvvisamente e Crosta mette a segno il primo vero vantaggio, portando le ospiti sul 2-1. L’avvio importante di Tanic, con tre reti nei primi 6′, costringe il Cassano a chiamare il primo time out. La gara prosegue con Ariosto sempre in fuga (massimo vantaggio sul +3), ma con la costante mancanza di cinismo utile ad allargare il gap in maniera consistente ed indirizzante. Le parate di Villoslada aiutano le ragazze di coach Carlos Britos a mantenere le varesine a basso punteggio. Nel finale di prima frazione Brogi e Cobianchi completano la rimonta permettendo a Cassano di mettere il naso avanti, al 28′ sul 14-13. A impattare per il definitivo 14-14, che manda le squadre negli spogliatoi, è Marrochi con una bella rete in contropiede aperto.

Nella ripresa Cassano parte meglio e con una doppietta di Jovovic trova il momentaneo massimo vantaggio sul +3 (21-18 al 39′) che costringe coach Carlos Britos ad un provvidenziale time out. Cambio in porta: fuori Volloslada e dentro Vitale. Tanic mantiene a distanza Ferrara con due reti che hanno il merito, assieme al missile in doppio appoggio di Tomova, di ricucire sul -1 (23-22) al 44′. Fabbriatore e Marrochi, alle pendici dell’ultimo quarto di gara, permettono l’aggancio sul 24-24. Sempre  Marrochi impedisce il nuovo tentativo di allungo delle locali con la rete del -1 a due giri di lancette dal termine (29-28). Dall’altra parte del campo è Cobianchi a decidere la partita con una penetrazione che provoca il rigore (trasformato da Brogi con uno scaltro pallonetto) e una sanguinosa esclusione per 2′ di Tomova che di fatto condanna l’Ariosto. La gara la chiude Jovovic con due reti che mandano a referto il 32-31 finale.

Per l’Ariosto gara di non ritorno al “Pala Bochetto” sabato contro la Cellini Padova.

 

TABELLINO

Cassano Magnago vs Ariosto Ferrara 32-31 (14-14) 

Cassano Magnago: Ferrazzi 2, Montoli 4, Jovovic 5, Cobianchi 5, Gozzi 2, Piatti, Laita, Brogi 10, Macchi, Ponti, Gheller, G. Mian 2, Visentin 2, Bertolino, A. Mian. All. Onelli

Ariosto Ferrara: Vitale, Ferrara, Manfredini, Tanic 5, Crosta 3, Villoslada, De Santis, Lo Biundo, Fabbricatore 4, Irone, Marrochi 7, Angelini, Tomova 9, Soglietti 3. All. Britos

 

ALTRI RISULTATI 

Malo vs Casalgrande 27-36

Padova vs Leno 32-22

Erice vs Pontinia (27/10)

Mezzocorona vs Brixen (2/11)

Salerno vs Mestrino (3/11)

CLASSIFICA SERIE A BERETTA FEMMINILE: Mestrino 8, Brixen 8, Salerno 7, Pontinia 7, Casalgrande 6*, Erice 5, Cassano Magnago 4*, Cellini Padova 3*, Mezzocorona 2, Malo 2*, Leno 2*, Ariosto Ferrara 0*.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *