ARIOSTO A MALO PER DIFENDERE IL SETTIMO POSTO

Avvicinare la salvezza matematica e riscattare il ko con Erice ed è stata ingaggiata Paula Maria Visentin Kerper

Proseguono gli esami e gli scontri diretti per l’Ariosto Ferrara. Le ragazze di coach Britos, digerito il ko interno contro Erice dello scorso weekend, si preparano per la trasferta veneta in casa di Malo. Due gli obiettivi per la compagine emiliana: respingere gli assalti di Malo e Cassano Magnago al settimo posto attuale e provare ad avvicinarsi all’aritmetica salvezza. Nel match d’andata furono le ragazze di coach Menin a fare loro l’intera posta in palio con una prestazione tutta sostanza e cinismo al “Boschetto”. Il 24 settembre scorso furono l’estremo difensore Pretto e la centrale Dalle Fusine a prendersi tutta la scena con una prestazione magistrale, capace di offuscare la mostruosa vena realizzativa della gigante Mrkikj. si trattò tuttavia di una vittoria di misura che tiene aperta per un’Ariosto con una Tanic in più, la possibilità di ribaltare anche la differenza reti.
Katia Soglietti: “Arriviamo alla gara in casa di Malo in buone condizioni e senza alcun acciacco a limitare le scelte del nostro coach. Malo rappresenta per noi l’unico grande rammarico del girone d’andata: in quella gara, pur affrontando un avversario ben allenato che vede nel proprio roster giocatrici di ottimo livello, avremmo dovuto fare meglio e difendere il fattore campo. L’obiettivo dunque per noi deve essere quello di provare a vincere e possibilmente anche dare un’occhiata alla differenza reti nello scontro diretto. I due punti, ci permetterebbero di continuare a sperare di entrare nelle Final Six di Coppa Italia (servirebbe poi vincere nel recupero interno contro Oderzo, sperando nella contestuale sconfitta di Mestrino con Brixen).
Malo si è rafforzata con Amelia Bellotti, una giocatrice esperta già conosciuta in Italia con le maglie di Salerno e Sassari. Noi, dal canto nostro abbiamo accolto Visinitn Kerper: una terzina tiratrice che per il momento, in attesa del passaporto italiano, si giocherà la convocazione di
weekend in weekend con le altre due “straniere” della squadra. Per noi l’obiettivo rimane la salvezza: vincere a Malo ci permetterebbe di avvicinare tale traguardo, rimandando poi il tutto agli scontri diretti contro Cingoli e soprattutto nella difficile tana del Nuoro. Se riuscissimo ad entrare all’ultimo nelle Finals di Coppa Italia e a salvarci con largo anticipo penso potremmo raccontare una stagione altamente positiva nell’anno più difficile, sportivamente parlando.

STATISTICHE
ARIOSTO FERRARA

7° posto
12 Gare disputate
12 punti (5V; 2N; 5S)
317 Reti segnate (26.4/gara)
322 Reti subite (26.8/gara)
VIGASIO
8° posto
11 Gare disputate
10 punti (5V; 6S)
272 Reti segnate (24.7/gara)
292 Reti subite (26.5/gara)
Katia Soglietti: “”.
PROGRAMMA 2^GIORNATA DI RITORNO
Erice vs Leno
Oderzo vs Nuoro
Malo vs Ariosto Ferrara (Zancanella – Testa)
Brixen vs Padova
Salerno vs Cingoli
Riposa: Cassano Magnago
CLASSIFICA SERIE A BERETTA F: Salerno 24, Oderzo 20**, Brixen 19**, Erice 16*,
Pontinia 15*, Mestrino 14**, Ariosto Ferrara 12*, Malo 10**, Cassano Magnago 8**, Leno 7,
Nuoro 4, Cingoli 4, Padova 1**.

Nel frattempo la società ha comunicato comunicare di aver perfezionato la trattativa per portare alla corte di coach Carlos Britos il terzino sinistro Paula Maria Visentin Kerper.

L’atleta, classe ’93, prelevata dal club argentino Municipalidad De San Miguel (Serie A2), è un terzino tiratore di 178cm ed ha  scelto la maglia numero 93 per la sua prima esperienza nel campionato italiano.

La giocatrice, per la quale la società ha già avviato le pratiche per ottenere la cittadinanza italiana, andrà a ricoprire momentaneamente la casella di terza straniera.

Paula Maria Visintin Kerper: “Finalmente è tutto ufficiale. Arrivo a Ferrara con grande entusiasmo anche se con qualche mese di ritardo a causa di comprensibili complicazioni da ascrivere alle restrizioni Covid. L’accordo era già stato trovato verso la fine dello scorso Settembre 2020, ma solamente pochi giorni fa è stato possibile definire il tutto. Ho trovato al “Pala Boschetto” un gruppo molto coeso, che lavora sodo tutti i giorni e mette in campo una pallamano veloce e caratterizzata da un ritmo incessante. L’inserimento è stato facile, grazie alla splendida accoglienza delle ragazze ed al fatto che io ed il coach parliamo la stessa lingua. Sono un’esterna che si adatta alle esigenze dell’allenatore: in Argentina ho giocato anche centrale ma nasco terzina tiratrice. Quella italiana è una pallamano molto veloce, forse meno fisica di quella argentina ma molto molto più veloce sia nei movimenti che nella gestione dei possessi. In questa esperienza vorrei lavorare particolarmente sulla mia difesa: un campionato diverso da quello nel quale sono cresciuta mi potrebbe permettere di lavorare sui miei pinti deboli e spingere sul miglioramento dei miei punti di forza. Sto studiando anche l’italiano: l’Italia è un paese che mi piace moltissimo e spero di potermi fermare a lungo quì… “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *