Arrestato per spaccio di droga

La scorsa notte, nel corso dei quotidiani servizi nel territorio, gli Agenti dell’U.P.G.S.P. intorno alle 03:00, lungo il centro cittadino, notavano una vettura ferma a lato della carreggiata, con il motore acceso con un soggetto a bordo, che attirava l’attenzione degli operatori, in quanto oltre ad armeggiare con fare frenetico all’interno dell’abitacolo del veicolo osservava continuamente lo specchietto retrovisore come se stesse aspettando qualcuno.

Gli operatori, insospettiti dalla condotta e dai movimenti del conducente decidevano di procedere a un controllo.

Invitato a scendere dal veicolo l’uomo oltre a non dare una spiegazione plausibile della propria presenza in quel luogo, si palesava da subito irrequieto e nervoso al controllo evidenziando un visibile tremolio alle mani oltre ad una inconsueta chiusura della vettura.

Tali reazioni e condotte allarmavano gli Agenti che dopo i primi accertamenti sulla persona, inducevano gli operatori ad un controllo più accurato del mezzo mediante perquisizione del mezzo.

Il “fiuto“ degli Agenti consentiva loro di rinvenire, inizialmente un involucro in cellophane trasparente contenente circa 150 grammi di sostanza stupefacente, tipo hashish, e successivamente nel bagaglio ulteriori due involucri in plastica contenente circa 230 grammi di marijuana, oltre a materiale per il confezionamento ( rotolo di cellophane), un bilancino di precisione e varie banconote di vario taglio e monete per un totale di circa 300,00 euro, e altresì venivano rinvenuti, sempre all’interno del veicolo, due bastoni il cui porto senza giustificato motivo è vietato. Tutto il materiale rinvenuto veniva sottoposto successivamente a sequestro .

Le operazioni di perquisizione sono state estese all’abitazione raggiunta poco dopo con esito negativo.

Accompagnato in Questura per ulteriori accertamenti, al cui termine l’uomo veniva tratto in arresto per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e denunciato per il possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.

(Comunicato stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.