Arrestato pusher eroina, riforniva clienti bar di Bondeno

Quasi un chilo di eroina per un valore di 40 mila euro, ancora da lavorare, per poi venderla in piccole dosi ai clienti dei bar della piazza di Bondeno. Questo faceva Ervis Myftiu, 30enne disoccupato di origini albanesi, arrestato ieri dagli agenti della squadra mobile.

L’uomo era in Italia grazie a un permesso di ricongiungimento famigliare. La moglie incinta e il figlio abitano a Bondeno e lui li ha raggiunti diventando poi uno dei più grossi pusher di eroina di Bondeno.

Da marzo avrebbe preso il posto di un altro spacciatore della città matildea, finito in carcere la scorsa primavera. Gli agenti della squadra mobile lo seguivano da tempo e ieri lo hanno perquisito fuori da un bar di Bondeno.

La Polizia ha trovato nella sua auto 500 euro, due telefoni e 5 schede sim. Gli agenti poi hanno passato al setaccio le due case in cui viveva il 30enne, la sua e quella dove sta la famiglia.

Qui è stato ritrovato il chilo di eroina, 2500 euro probabilmente provento dello spaccio e una pistola senza matricola con due caricatori pieni. Secondo gli inquirenti, il pezzo di eroina da 40 mila euro era arrivato probabilmente dalla Turchia passando per l’Olanda e non dai Balcani come succede in genere.

L’uomo, con dei precedenti in Germania per favoreggiamento all’immigrazione, è finito in carcere a Ferrara accusato di spaccio di droga e detenzione di arma clandestina.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=56c95bde-88ce-4435-ae6f-7c745306c26b&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *