Arte: dieci quadri di De Pisis in prestito da Ferrara a Firenze

I quadri del ferrarese Filippo De Pisis, tra i maggiori interpreti della pittura italiana della prima metà del secolo scorso, saranno esposti al museo Novecento di Firenze dal 17 marzo al 7 settembre.

La giunta della città estense ha deliberato il prestito delle opere, appartenenti al Museo d’arte moderna e contemporanea di Ferrara: si tratta di dieci dipinti che comporranno la collezione esposta nel capoluogo toscano per la mostra ‘Filippo De Pisis o l’illusione della superficialità.

“L’arte a Ferrara è una finestra sul mondo. C’è infatti grande voglia, in Italia e all’estero, di scoprire l’arte ferrarese, e l’attenzione è tanta. Registriamo un crescente interesse, soprattutto per De Pisis, e l’Unità operativa Arte Moderna del Comune sta facendo un lavoro straordinario per far circolare le opere e per renderle fruibili il più possibile”, dice l’assessore alla cultura Marco Gulinelli.

E mentre le opere di De Pisis si apprestano ad essere esposte a Firenze, altre, a breve, torneranno da Torino: al museo di arti decorative Accorsi-Ometto infatti, due oli su tela del 1938, ‘Strada di Parigi’ e ‘Viale di Parigi’, e l’olio su cartone ‘La Coupole’ del 1928 saranno esposti fino al 27 febbraio. ‘Trasferta’ emiliana invece – fino al 13 marzo – per un altro ferrarese, Giovanni Boldini (1842-1931), pittore della Belle Époque che espone a palazzo Albergati, a Bologna, con sei dipinti e 11 grafiche, fino al 13 marzo. Lo stesso autore è in mostra anche a Campobasso, alla Fondazione Molise Cultura, con 38 opere e 13 oggetti fino al 18 aprile. C’è attesa inoltre per l’apertura della monografica di Boldini al Petit Palais di Parigi “Les Plaisirs et les jours”, che aprirà il 29 marzo, con 33 opere ferraresi in mostra fino al 24 luglio.

(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.