Ascom-Confcommercio dichiara lotta all’abusivismo

abusivismoL’Ascom Confcommercio dichiara guerra all’abusivismo commerciale sul litorale e parla di un buonismo inutile, dannoso e ingiustificato”.

“La questione dei venditori abusivi sulle nostre spiagge e lungo le vie della classica passeggiata, è ormai divenuta intollerabile”. Ci va giù duro il presidente di Ascom Confcommercio Comacchio, Gianfranco Vitali, ricordando che in altre realtà, vedi la Romagna, il fenomeno è stato arginato.
“Non possono essere i commercianti ad accollarsi le spese di vigilantes privati, ma – puntualizza Vitali – è necessaria una azione sinergica e congiunta delle Forze dell’Ordine, principalmente sul piano della prevenzione”.
Per il presidente di Ascom Confcommercio Comacchio, bisogna intervenire con durezza sulle loro basi logistiche, sui loro magazzini, sugli appartamenti dove vivono, ma anche nei confronti di quei proprietari che affittano le case ai venditori abusivi, oltre a monitorare ed interrompere i flussi di denaro, provenienti da queste attività illecite, nel money transfer, che dovrebbero essere sottoposti alla vigilanza di Bankitalia, proprio come avviene per tutti quei soggetti che effettuano raccolta di denaro.
Di vera e propria concorrenza sleale da parte di venditore di merci contraffatte, parla il direttore di Ascom Confcommercio Ferrara, Davide Urban.
“Non riesco a capire – dice – la ragione di tale buonismo nei confronti dei venditori abusivi che, oltre a sottrarre lavoro, spesso si rendono protagonisti di comportamenti aggressivi ed irrispettosi nei confronti dei volontari impegnati nel progetto “Un mare di legalità”, oltre che delle stesse Forze dell’Ordine”. “Quella contro l’abusivismo commerciale – conclude Urban – è una battaglia per l’affermazione della cultura della legalità, che proseguiremo senza se e senza ma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *