Ascom la Rete che ti mette in Luce: la Campagna Associativa 2015 a Ferrara

relatori

Attenzione, curiosità, interesse di fronte ad un parterre di soci, autorità e banche: Ascom Confcommercio Ferrara ha presentato oggi (4 febbraio) la Campagna Associativa 2015 negli spazi del Castello Estense.

“Un’occasione importante per stringere ulteriormente le relazioni con i nostri soci – ha spiegato Giulio Felloni nel suo saluto in qualità di presidente provinciale di Ascom Confcommercio Ferrara – come Associazione vogliamo dare un nostro contributo fattivo per le nostre attività e più in generale per l’intero sviluppo della nostra comunità dialogando con le Istituzioni e presentando in modo proattivo i nostri progetti  a sostegno della persona che possono essere un motore per lo sviluppo e l’innovazione di questa città e di questo territorio”. Dopo il saluto di Felloni dunque una veloce carrellata dei servizi e degli eventi di promo commercializzazione messi in campo: “Dai consueti ambiti di intervento alla promozione con eventi e manifestazioni (Ascom Day, Borsa del Turismo, Art & Ciocc) che hanno dato visibilità e voce al centro storico di Ferrara come Red Night, la mostra sui mattoncini Lego, il Mercato Europeo –  ha ricordato il direttore generale Davide Urban – agli sportelli dedicati al lavoro, al franchising, all’occupazione giovanile e femminile, alla lotta alla contraffazione ed all’abusivismo commerciale. Ascom lavora per l’innovazione. Siamo una rete che mette in luce le persone, le loro eccellenze imprenditoriali e questo consentirà di dare un nuovo volto alle città ed in particolare ai centri storici”.

Nel corso della mattinata – alla quale era presente l’assessore comunale al Bilancio Luca Vaccari e la platea_castelloestenseportavoce del sindaco Annarosa Fava – è stato Pietro Fantini, segreterio generale dell’Unione regionale di Confcommercio, a sintetizzare i primi risultati dell’indagine su scala regionale effettuata da Iscom Group sui saldi invernali ancora in corso: “Si registra una lieve ripresa che induce una moderata fiducia. E’ chiaro che tale trend va sostenuto – ha chiarito Fantini – con una significativa riduzione della pressione fiscale e con provvedimenti energici quanto strutturali che riguardino il credito e l’accesso ai bandi europei dove ci aspettiamo un azione che incrementi ancora di più la determinazione da parte del Pubblico, oltre alla formazione continua del capitale umano che opera nelle nostre imprese”.

In definitiva chi vuole deve essere nella condizione di investire e Confcommercio è al suo fianco. L’indagine, dunque, dopo le prime settimane ha evidenziato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, un andamento delle vendite stabile per il 47% degli operatori, e in aumento per il 26%. L’andamento della spesa in saldo si attesta in media sui 93 euro. Una provincia quella di Ferrara dove su oltre 32mila aziende oltre il 52% è costituito dal terziaro un dato che insomma deve “far riflettere gli amministratori pubblici nelle loro scelte”.

Tra le novità della campagna associativa 2015 un team mirato all’universo del Lavoro, un pacchetto di scontistiche dedicate alle azioni di promo commercializzazione integrate e sinergiche tra Tv, Web e Radio attraverso una specifica partnership con l’emittente Telestense, rappresentata da Dalia Bighinati.
Dalla pubblicità al microcredito come motore fondamentale per le piccole e medie imprese: Barbara  Arbizzani di Cofiter (il principale Consorzio Fidi del Terziario in Emilia Romagna) ha presentato  le azioni di finanziamento dirette che il Consorzio stesso,  grazie al Fondo Europeo di Investimenti oggi può offrire alle imprese e sopratutto ai loro progetti: si tratta di un plafond complessivo di tre milioni di €uro (su ogni azienda l’intervento è al massimo di 25mila euro). Un intervento dunque che rafforza il lavoro anche sociale svolto da Cofiter sul territorio. A chiusura del pomeriggio  poi la specifica “finestra” dedicata alla formazione professionale del Terziario e dei giovani in specifico: Barbara Gumieri di Iscom Ferrara (ente formativo di Ascom) ha ricordato che innovazione e formazione sono elementi inscindibili (oltre al marketing) per mettere in luce  le piccole e medie aziende.

Nelle sue conclusioni il presidente Felloni ha considerato: “In questo momento di svolta epocale, Ascom Confcommercio è protagonista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.