Ascom: nasce la Borsa solidarietà

Una Borsa in cui da un lato ci sono le merci invendute dei commercianti colpiti dal terremoto e dall’altra gli acquirenti, altri commercianti che potranno comprare i prodotti dei magazzini dei negozianti dai luoghi terremotati a prezzi agevolati.

L’idea arriva da Ascom e a proporla alla piazza ferrarese, ma sarà di caratura regionale, coinvolgerà i commercianti da Rimini a Piacenza, è il direttore di Ascom Ferrara, Davide Urban nel corso di un’assemblea pubblica, tenuta ieri sera, davanti al sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani e agli assessori alle attività produttive e alla cultura, Deanna Marescotti e Massimo Maisto. Per la provincia c’era l’assessore alle attività produttive, Carlotta Gaini, mentre per la camera di commercio il direttore generale, Mauro Giannattasio.

Il mondo del commercio dunque più unito che mai di fronte a un momento così difficile. Alla crisi infatti ora si aggiunge il post terremoto. Su 600 associati Ascom che operano nelle zone più colpite, circa il 70% ha subito danni. Ecco allora che alcuni alberghi della riviera piuttosto che servirsi dai soliti rifornitori per le derrate alimentari potranno rivolgersi ai commercianti che ora non possono vendere i loro prodotti perché senza il negozio agibile.

Davide Urban per il momento pensa a due giornate che molto probabilmente si terranno a Casa Cini di Ferrara. A luglio e a settembre infatti i commercianti colpiti dal terremoto potranno partecipare a una specie di buy dell’Emilia Romagna della solidarietà.

“Per il momento abbiamo pensato a due giornate – spiega il direttore Davide Urban – ma se ce ne fosse bisogno potremo proseguire anche oltre”.

Nel corso dell’incontro Ascom annuncia inoltre di aver messo a disposizione già 400mila euro per i commercianti più colpiti dal terremoto che ora guardano a un ripresa, almeno in città grazie alle numerose iniziative culturali e turistiche che il Comune sta pensando di mettere in campo dall’autunno per rilanciare Ferrara e il suo turismo. Iniziative annunciate dal sindaco, che crede fortemente nella vocazione turistica della città e dall’assessore Massimo Maisto che annuncia che da qui al 2014 sono previste 4 mostre, compresa quella dedicata alla mostra di Antonioni.

[flv]rtmp://telestense.vod.weebo.it/vodservice/20120619_07.flv[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *