Asilo Aquilone, polemica tra M5S e Pd

polemica_aquilone
Il cartello ripreso dal Movimento 5 stelle

La scuola pubblica non è di nessun partito: è della collettività, a prescindere da chi governa. E’ questo il principio a cui si rifanno le proteste del Movimento cinque stelle ferrarese, che punta il dito contro il Partito Democratico per una locandina diffusa dal circolo del PD Lambertini di via Bologna.

La locandina invita a partecipare all’inaugurazione della scuola materna Aquilone della zona Krasnodar, avvenuta lunedì scorso alle 16.30: scuola realizzata con i fondi della ricostruzione post sisma, visitata pochi giorni prima – il 3 ottobre – dal premier Matteo Renzi, nella nostra città per partecipare al festival Internazionale a Ferrara. La locandina diffusa dal circolo Lambertini riportava in bella vista il logo del partito democratico: ma la scuola materna è e resta scuola pubblica, dicono gli esponenti del Movimento Cinque Stelle, è stata costruita con fondi regionali, quindi di tutta la collettività- (oltre che con contributi privati) – non può essere utilizzata per spot elettorali mascherati, o comunque non può essere accostata a simboli di partito. “Se questo tipo di comunicazione e il messaggio che trasmette, dal forte sapore di spot elettorale, si configuri o meno come un abuso con implicazioni di carattere legale lo appureremo nei prossimi giorni – conclude il blog del movimento – i consiglieri 5 Stelle procederanno, attraverso gli strumenti di cui dispongono, a fare chiarezza su questo episodio.

Nel pomeriggio la segretaria del circolo PD Lambertini, Luisa Ghezzo, ha diffuso una risposta di cui vi riferiamo il senso: non volevano appropriarci della scuola Aquilone, quanto piuttosto attivare i nostri militanti perché fossero presenti nel maggior numero possibile alla inaugurazione dello scorso lunedì, vista l’importanza che una nuova scuola riveste per l’intera comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *