Ass. Venturi: “Bardasi si è dimessa per motivi personali”. Lega Nord: “Ora il sostituto”

Venturi
Venturi

Le dimissioni del Direttore Generale dell’Azienda Usl di Ferrara arrivano anche in Commissione Regionale.

L’assessore Venturi, rispondendo alla Lega Nord che chiedeva chiarimenti, ha spiegato che la decisione del numero uno di Via Cassoli sono state dettate da motivi personali. Intanto il carroccio chiede di trovare presto un sostituto. Le dimissioni del direttore generale dell’azienda Usl di Ferrara Paola Bardasi sono da ricondurre a motivazioni personali.

A dirlo è l’assessore Sergio Venturi, in risposta ad Alan Fabbri, capogruppo leghista in Regione Emilia-Romana. Una richiesta arrivata sul tavolo della commissione 4 politiche per la salute e politiche sociali. L’assessore regionale ha anche ribadito che “si sente di escludere, allo stato attuale, legami con le anomalie riscontrate nel bilancio dell’Ausl di Bologna, di cui Paola Bardasi fu direttore del servizio Finanze”.

Alan Fabbri
Alan Fabbri

La notizia inaspettata ed improvvisa delle dimissioni del numero uno di Via Cassoli è uscita in concomitanza con il caso del bilancio dell’azienda Usl di Bologna, bloccato dalla Regione, per una discrepanza che risale al 2004, periodo in cui la manager aveva specifiche competenze nell’azienda sanitaria territoriale felsinea. E’ giusto che l’assessore Venturi, che nomina i direttori, faccia chiarezza in casi come questo, tanto più se alle dimissioni vengono incrociate altre vicende, delicate, su cui pesano alcuni punti interrogativi, sottolinea Alan Fabbri soddisfatto della risposta fornita dall’assessore regionale

“Ritengo che, di fronte alle dimissioni di un direttore generale, chi l’ha nominato sia la fonte più autorevole per darne conto. Rispetto le scelte personali e, ovviamente, non entro nel merito”, rimarca Fabbri. Certo, sarebbe stato auspicabile che Venturi avesse fatto chiarezza da subito, senza aspettare le nostre richieste in commissione”, soprattutto dopo che i media hanno anticipato la notizia e dato ulteriori dettagli, ma fino ad oggi nessuno aveva confermato né smentito alcune ricostruzioni. La richiesta della Lega Nord è ora quella di trovare in fretta un sostituto di Paola Bardasi “perché c’è tanto da fare per la sanità provinciale: dall’organizzazione agli ospedali terremotati” conclude Alan Fabbri

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *