Assalto bancomat, residenti: “Sembrava il terremoto”

 

Un colpo chirurgico, che non ha danneggiato altro se non il bancomat, l’obiettivo della banda di ladri che alle 4 e 30 di notte hanno fatto saltare il dispositivo della Monte dei Paschi di Siena di Voghiera. Il boato però ha svegliato i residenti dei palazzi attorno che hanno rivissuto la paura del 20 maggio.

“Sembrava fosse tornato il terremoto” ha detto uno di loro. I ladri, probabilmente dei professionisti, sono arrivati a bordo di un’auto di piccola cilindrata.

Secondo gli investigatori, i carabinieri di Voghiera e della compagnia di Portomaggiore, i banditi avrebbero usato la tecnica esplosiva del gas acetilene per aprire il bancomat. All’interno però i ladri avrebbero trovato poco denaro.

Il bancomat infatti viene ricaricato di contante ogni venerdì pomeriggio, in previsione del week end. Dopo l’esplosione, i residenti hanno dato l’allarme ma i banditi si sono dati alla fuga a bordo dell’auto poi abbandonata a Voghenza, poco distante dalla banche.

I carabinieri ora sono sulle loro tracce e stanno vagliando anche le immagini delle telecamere di videosorveglianza. Il sindaco di Voghiera, Claudio Fioresi, si dice preoccupato dell’accaduto, che arriva dopo una serie di furti nelle ultime due settimane nel territorio voghierese.

Una casa e due aziende sono state prese di mira dai ladri. Anche la casa del sindaco è stata visitata dai malviventi che però non sono riusciti ad entrare nell’abitazione.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=d9d22906-ed81-473d-9e41-40e1692e262a&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Un pensiero su “Assalto bancomat, residenti: “Sembrava il terremoto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *