Astro Samantha e il volo dell’Ippogrifo – VIDEO

indexcristoforetti

Fra spazi stellari e volo di Astolfo nel cielo della Luna: sarà il cielo il protagonista di due dei grandi eventi che scandiscono il 2016 a Ferrara nel segno della cultura.

Sarà l’anno della Letteratura, dell’Arte e della Scienza,con i suoi centenari dedicati all’Orlando Furioso di Ludovico Ariosto, a Giorgio Bassani e a Biagio Rossetti, ma anche agli esperimenti scientifici condotti nello spazio dalla prima donna astronauta italiana, Samantha Cristoforetti. Sarà Lei, infatti, l’ospite d’onore della giornata dedicata il 3 giugno prossimo, alla ricerca scientifica e ai prodigi dell’astronautica e dell’aeronautica militare italiana.

ippogrifo ariostoIl 2016 , anno della cultura, a Ferrara si aprirà il 22 aprile prossimo con una grande mostra all’interno della Biblioteca Ariostea, che celebra il V centenario della pubblicazione dell’Orlando Furioso: una mostra dedicata alla prima edizione del capolavoro ariostesco, che sarà seguita da una serie di iniziative alle quali parteciperanno le principali Istituzioni culturali della Citta. Senza dimenticare il V centenario della morte di un maestro dell’Architettura italiana, come Biagio Rossetti, artefice della città pentagona e dell’addizione erculea. Ma il 2016 è anche l’ anno del primo centenario della nascita di Giorgio Bassani, un altro grande scrittore, che come Ludovico Ariosto, ha fatto di Ferrara il centro del suo mondo poetico. Ma il grande evento che nel 2016 farà di Ferrara una vera e propria capitale della Scienza e della tecnica, sarà la giornata ancora in preparazione, che vedrà il 3 giugno prossimo l’arrivo di AstroSamantha a Ferrara Fiere.

Samantha Cristoforetti concluderà una giornata dedicata alla ricerca scientifica e agli esperimenti realizzati nello spazio, sotto la guida dall’equipe Unife del Prof. Paolo ZAmboni e del prof. Angelo Taibi. Sarà una giornata aperta al pubblico e ai giovani in modo particolare, ma anche agli studiosi e agli appassionati di atronautica, che avrà come protagonista l’aeronautica militare, con le simulazioni di importanti operazioni di volo e di controllo dei cieli del Centro di Poggiorenatico, accanto alle equipe scientifiche dell’università di Ferrara, che hanno operato in simbiosi con l’Agenzia spaziale italiana ed europea nei sei mesi di viaggio nello spazio della prima donna italiana negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *