Aviaria: abbattimenti galline dureranno una settimana

01 aviaria ostellatoDureranno una settimana gli abbattimenti delle 128 mila galline dell’allevamento di Ostellato dove è stato trovato il virus dell’aviaria. Per ora, dalle prima indagini, non sembrano esserci rischi per la salute umana.

Sono iniziate le operazioni di abbattimento delle 128mila galline ovaiole in un allevamento del Mezzano nel Comune di Ostellato colpito dal virus dell’influenza aviaria. Si tratterebbe di un ceppo ad alta virulenza del tipo H7. L’azienda, quando si è manifestato il sospetto di malattia, è stata subito isolata. Il sindaco di Ostellato, Andrea Marchi, due giorni fa ha emesso un ordinanza che ha dato il via all’abbattimento delle galline.

Si tratterebbe di un virus H7N7, meno potente rispetto al famigerato H7N9 che venne trovato in Cina anni fa e portò l’influenza aviaria alla ribalta dell’opinione pubblica. Dal 14 agosto subito si è mobilitata una task force di personale del Comune, della Regione e dell’Usl che insieme stanno coordinando le operazioni. Per la Regione, gli abbattimenti degli animali dureranno una settimana.

Le carcasse degli animali e i materiali potenzialmente infetti vengono distrutti in una ditta specializzata. Il personale dipendente addetto all’impianto e i loro familiari intanto sono stati sottoposti a sorveglianza sanitaria.

La Regione intanto fa sapere che l’azienda che gestisce l’allevamento verrà indennizzata per i danni subiti in conseguenza del focolaio. In mattinata nella sede del Comune di Ostellato si è riunita l’unità di crisi costituita per l’emergenza.

Dall’incontro è emerso che non esistendo evidenze di trasmissione del virus alle persone attraverso il consumo di uova e carne non sono state disposte restrizioni al consumo di alimenti.

Ora gli esperti stanno investigando sulla provenienza del virus e come ha fatto a intaccare l’allevamento dell’azienda di Ostellato.

Nelle ultime ore si è mossa anche la politica. “Chiediamo al Governo di valutare se non sia il caso di avviare un tavolo congiunto tra ministero dell’agricoltura e ministero della salute, per poter dare delle informazioni chiare a tutto il territorio, sull’individuazione, sul riscontro e sulle misure da adottare in caso di sospetto di influenza aviaria”.

Questa la richiesta dei deputati del Pd, Michele Anzaldi e Nicodemo Oliverio, membri della commissione Agricoltura, e Federico Gelli, membro della commissione Affari sociali.

 %CODE%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *