Avis: “Nostra vocazione è promuovere cultura dono” – INTERVISTA

Giovedì 19 aprile alle ore 20, presso l’Istituto “O. Vergani” si è svolta la cena conclusiva del progetto “Palio Avis dell’alimentazione”, un progetto, promosso da AVIS Provinciale e AVIS Comunale di Ferrara, con la collaborazione del Palio di Ferrara e delle contrade, oltre che dell’Istituto Alberghiero Vergani, che ha visto in questi mesi ogni contrada presentare un piatto simbolo.

Giovedì sera gli ospiti del Vergani hanno decretato la vittoria “gastronomica” della contrada di San Benedetto. Per Avis Ferrara un’occasione per sottolineare la ricchezza di contenuti della propria mission, che abbina alla cultura del dona e della solidarietà gratuita, il valore della salute legato ad un corretto stile alimentare.

 

 

Non è solo un fatto culturale, il dono disinteressato è un’arte, che, forse, si è perduta nel tempo, come diceva Adorno, “la metafora di un mondo nel quale i rapporti umani si limitano alla semplice conoscenza superficiale che non impegna e non coinvolge”.

Un mondo, potremmo dire, nel quale si intessono rapporti umani basati soprattutto sull’interesse di un vantaggio personale o di gruppo. A questa visione utilitaristica e piuttosto arida delle relazioni umane all’interno di una comunità, si contrappone dalla sua fondazione Avis, fondata nel 1927 a Milano dal medico Vittorio Formentano, e riconosciuta giuridicamente nel 1950 con la legge 49 dello Stato Italiano.

Avis Ferrara conta ben 16 punti di raccolta sangue e 26 sezioni con volontari e soci attivi tutto l’anno pronti a dialogare con i Comuni, con i cittadini di tutte le età, professioni, culture, ceto sociale. Attiva da sempre come Avis comunale oltre che Provinciale Avis Ferrara è una fucina di progetti che mettono attorno alla cultura del dono bambini e adulti, donne, e uomini, ragazze e ragazzi, tanti volontari, tante professionalità e Istituzioni.

Ultimo in ordine di tempo il progetto Avis Palio che si è concluso giovedì sera all’istituto alberghiero Orio Vergani con una disfida a base di piatti della tradizione. Ogni contrada un piatto simbolo, rivisitato dallo chef liborio trotta e dagli studenti del Vergani in chiave salutistica ed ecco le otto portate di un incontro conviviale unico, che ha premiato la contrada san benedetto, come autrice del primo, che ha raccolto l’en plein di voti dei commensali/ assaggiatori e giudici, insieme.

Ospiti d’onore della serata, il Prefetto di Ferrara, dott. Michele Campanaro, il Questore di Ferrara, dott. Giancarlo Pallini, il Presidente del Palio, avv. Di Brindisi, il Presidente Avis Comunale, Sergio Mazzini, il Preside dell’Istituto Alberghiero di Versailles con tre studenti e la moglie, una apprezzata cantante lirica francese, che ha offerto agli ospiti italiani il piacere di ascoltare alcune famosissime canzoni di Edith Piaf.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *