Avis: calano i punti di raccolta

Entro fine mese sarà approvato il Piano regionale del sangue 2013-2015 che prevede anche la novità dell’accreditamento. Una operazione che porterà, per quanto concerne l’Avis Provinciale di Ferrara, alla chiusura di un terzo degli attuali 31 punti di raccolta.

Una decisione che sarà presa nei prossimi giorni da un apposito gruppo di lavoro che dovrà chiudere entro giugno 2013, mese in cui è fissato il primo autid di accreditamento. Avis, che dovrà così informare i propri volontari sulla chiusura di una decina di punti di raccolta, tuttavia allontana lo spettro del calo delle donazione, come ha dimostrato la recente situazione dei comuni colpiti dal sisma, dove i volontari Avis hanno comunque continuato a donare sangue recandosi nei comuni vicini.

Per non allontanare i donatori Avis porterà due novità: la possibilità di donare il giovedì pomeriggio, in Corso Giovecca, sino alle 20 di sera, con la possibilità, per il donatore di recuperare il riposo per il giorno dopo; e la prenotazione della donazione a seconda del tipo di richiesta di sangue e di necessità con l’obbiettivo anche di evitare eventuali sprechi di sangue.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=c3a5e012-9d26-4b59-9be3-30cfbca54d6c&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *