Aziende che aprono e chiudono a Ferrara: il saldo è positivo

camera-commercio-pp1

Chiude con un segno più, l’anagrafe delle imprese ferraresi nel terzo trimestre del 2014 che ha registrato la cessazione di 354 imprese contro le 375 nate.

Il trimestre ha però evidenziato la corsa al rialzo dei fallimenti, oltre 50 nei primi nove mesi, ed un settore artigiano che deve fare i conti con un saldo assolutamente negativo tra aperture e chiusure.

“I dati provenienti dal Registro delle imprese – afferma il Presidente della Camera di Commercio di Ferrara, Paolo Govoni – indicano il persistere di una fase di stagnazione che sta colpendo il nostro sistema produttivo, frenando la spinta a fare impresa e facendo aumentare le attività economiche che portano i libri in tribunale”. “Il tema chiave per dare nuove gambe allo sviluppo – aggiunge Govoni – è creare le condizioni per far ripartire il mercato interno, dal cui rallentamento dipendono le sorti di tante nostre imprese e sostenere il coraggio le aspirazioni di tante persone, soprattutto giovani, che vorrebbero mettersi in proprio”. “Occorre dunque puntare con decisione – conclude il Presidente della Camera di Commercio di Ferrara – sulle politiche attive per il lavoro, per far sì che anche la più piccola energia imprenditoriale possa tradursi in nuove iniziative economiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.