Azioni Carife, Federconsumatori: “Risparmiatori tutelatevi” – INTERVISTE

01 Federcons

L’intervento del Fondo interbancario nella banca ferrarese infatti preoccupa Federconsumatori e per non ripetere quanto è avvenuto con la Cassa di Risparmio di Teramo, dove chi acquistò azioni rimase con un pugno di mosche in mano, chiede ai possessori di azioni, circa 28mila persone, e molti non ferraresi, di rivolgersi allo sportello dell’associazione che si trova nella sede di Cgil Ferrrara.

Non vogliono fare dell’allarmismo ma solo prevenire e impedire che chi ha investito in azioni Carife possa ritrovarsi con un pugno di mosche. L’appello di prepararsi ad una eventuale azione legale di risarcimento per chi ha acquistato nel tempo azioni della banca ferrarese lo fa Ferconsumatori che oggi ha tenuto una conferenza stampa per avvisare i cittadini. L’associazione che tutela i diritti dei consumatori e che fa capo a Cgil infatti sostiene che la situazione di Carife dopo l’intervento del Fondo Interbancario potrebbe portare ad una situazione come è già avvenuto a Teramo, con la sua Cassa di Risparmio.

Per questo l’associazione fa un appello affinché si intraprendano azioni legali collettive affinché ci sia una qualche tutela. L’idea dell’associazione infatti è quella di intraprendere un’azione legale in quanto molti dei risparmiatori che acquistarono azioni Carife secondo Federconsumatori non vennero adeguatamente informati sul fatto che quello era un investimento a rischio. Comportamento da parte di Carife che di fatto secondo l’associazione viola le regole di comportamento previste dal testo unico finanziario e quelle imposte da Consob, l’autority degli investitori.

[flv image=”https://www.telestense.it/img-video/01 Federcons.jpeg”]rtmp://telestense.meway.tv:80/telestense_vod/01-federcons_20150429173311.mp4[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *