Azionisti Carife, la Cassazione decidere l’autorità di competenza

E’ questione di giorni e poi la Cassazione dovrà rendere noto quale autorità giudiziaria avrà competenza sulla questione degli azzeramenti delle azioni Carife.

A dirlo è l’avvocato Stefano Di Brindisi che, con il suo studio legale “BDF”, da tempo segue le sorti economiche di un gruppo di ex azionisti Carife che ora pretendono il rimborso del danno subito dopo il decreto salva-banche del novembre 2015.

Tutto parte lo scorso anno quando lo studio legale BDF fa causa alla ex Carife per conto di un’azionista. La denuncia si basa sul fatto che questo risparmiatore sarebbe stato indotto a comprare azioni Carife senza l’adeguata documentazione che lo avrebbe dovuto informare in modo adeguato sulla rischiosità dell’investimento. Il 17 giugno scorso il giudice del tribunale di Ferrara, Anna Ghedini si esprime e dichiara che il Tribunale di Ferrara non ha la competenza adeguata per poter esprimere un giudizio sulla questione.

A quel punto i legali fanno ricorso alla Cassazione chiedendo un “Regolamento di competenza”. Gli avvocati di questi risparmiatori in pratica si rivolgono alla Cassazione affinché questa indichi con esattezza l’autorità che dovrà avere il compito di esprimersi sui ricorsi effettuati dai risparmiatori. Così il dieci marzo i legali sono stati convocati in Cassazione per ascoltare le ragioni della loro richiesta e in questi giorni è attesa la decisione della stessa Corte.

Le strade che la Cassazione può scegliere, affinché queste cause possano essere discusse di fronte a un giudice, sono due: delegare la competenza al Tribunale di Ferrara oppure quello delle imprese di Bologna. “Questa è una vicenda che ha toccato nel profondo i ferraresi e tutta la comunità estense. Per questo ci auguriamo che la vicenda rimanga un fatto tutto ferrarese e quindi che venga affidato al Tribunale della città”.

La richiesta dei legali dello studio BdF infatti potrebbe aprire una strada nuova dopo i chiarimenti della Cassazione. Una volta che la Corte stabilirà chi ha la competenza giuridica del giudizio infatti i risparmiatori sapranno con esattezza a chi si devono rivolgere per fare ricorso alla ex Carife e cercare di ottenere un risarcimento per la perdita dei loro risparmi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *