B.ethic decimata per il derby con Bologna

Servirebbe un’impresa per superare l’imbattuta capolista

Inizia con la sfida alla Matteiplast Bologna il girone di ritorno della B.ethic Ferrara, che scenderà sul parquet del Pala Hilton Pharma sabato alle 20.30. Un match che, vista l’imbattibilità delle ospiti, sarebbe già stato tanto stimolante quanto difficile e che le assenze di Santarelli e Bona renderà ancora più complicato. Dopo qualche settimana di relativa pace infatti, nelle quali Chimenti e il suo staff hanno dovuto fare i conti soprattutto con l’influenza, gli ultimi giorni hanno invece piuttosto accorciato le rotazioni a disposizione. Bona, dopo l’infortunio occorso sabato scorso contro San Martino, dovrà stare a riposo qualche settimana. La sensazione è che il problema al ginocchio non sia cosi grave da richiedere tempi troppo lunghi di recupero ma se ne saprà di più dopo gli ultimi accertamenti diagnostici effettuati in questi giorni. Più certa invece la prognosi di Santarelli, che si aggira sui 40/50 giorni: la guardia forlivese dopo la frattura alla mano è stata prontamente ingessata e per ora potrà solo guardare le compagne dalla tribuna. Insomma non la migliore situazione per affrontare la capolista dei tanti ex, squadra esperta e dotata di tecnica e personalità il cui rendimento è oltretutto in costante crescita. All’inizio probabilmente la formazione del Patron Civolani non era partita con i favori del pronostico, ma evidentemente il lavoro del Coach (ex Bonfiglioli) Andreoli è stato di ottima fattura, tanto da rifilare una sonora scoppola alla favoritissima Vicenza nel turno precedente. Il carisma di Mini e D’Alie in regia garantisce punti e lucidità, mentre sotto canestro Cadoni e Tava sono solide e ottime a rimbalzo. Tante le alternative tra l’altro a disposizione della Matteiplpast con Franceschelli, Nannucci, Dall’Aglio, Storer e Occhipinti che possono ergersi a protagoniste in qualsiasi momento della gara. Insomma per la B.ethic sarà davvero una sfida complicata ma, come in tutti i derby, sarà soprattutto l’aspetto mentale a fare la differenza e Miccio e compagne sono chiamate quindi a una prova tutta grinta per provare a sgambettare la capolista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *