B.ethic: si parte con i quarti play-off

Per accedere alle semifinali promozione, al Palacaneparo, c’è lo scoglio Castelnuovo Scrivia

Prima gara dei quarti di finale Play off per la promozione in A1 per la B.ethic Ferrara che, nell’insolito impianto del PalaCaneparo (palla a due ore 21) affronta Castelnuovo Scrivia, vera formazione rivelazione della A2 2016/2017. Le piemontesi, davvero senza nulla da perdere, hanno eliminato a sorpresa Empoli (a dire il vero prive della comunitaria Pochobradska) e ora sfidano la squadra di Chimenti. La regia delle ospiti è affidata all’esperta Bergante, coadiuvata dalle esterne Gabba (anche lei come Bergante del 1982) e Rosso, prodotto del vivaio torinese e piuttosto abile nel tiro dal perimetro. Sotto canestro grande protagonista della positiva annata di Castelnuovo è Salvini, pallino di Coach Chimenti e già cercata da Ferrara la scorsa estate, cui si aggiunge l’ex Castel San Pietro Vitari. Dalla panchina salgono Porro, talentuoso play del 1995, D’Amico e soprattutto la comunitaria Krista Goss, di passaporto finlandese: ottima rimbalzista e giocatrice di energia. La B.ethic arriva al match in buone condizioni, seppure al termine di una settimana dove è dovuta migrare tra un impianto e l’altro, non il massimo per una squadra che si sta giocando la promozione in A1. Poco male, di positivo c’è che qualche minuto potrebbe tornare a giocarelo anche Bona, sempre in recupero dopo i problemi al ginocchio operato, e che Cigic appare sempre più inserita nei giochi estensi. Dal punto di vista tattico Chimenti e il vice Frignani hanno studiato la formazione ospite e preparato di conseguenza la partita. Ormai però tutte le squadre arrivare a questo punto sono di ottimo livello e, come spesso succede, saranno soprattutto la tenuta difensiva e il controllo dei rimbalzi a fare la differenza. Ferrara giocherà addosso con tanta pressione perché arriva alla serie da favorita ma Miccio e compagne hanno dimostrato che in queste occasioni sinora si sono esaltate e vorranno continuare il cammino sin qui intrapreso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *