BAGNOLESE-SPAL: 1-3

spal-foto-31La Spal fa il suo, vince a Bagnolo, il Tuttocuoio perde in casa con il Fidenza ed il campionato si riapre con i ferraresi che si portano a cinque punti dalla capolista, con a disposizione il confronto diretto. Sarà indispensabile un’impresa, ma la squadra di Sassarini può e deve crederci. A Bagnolo la Spal è partita con il giusto piglio, già al 12′ con una spettacolare azione che grazie a Marchini e Cubilllos, ha messo in mostra tutto il potenziale a disposizione del tecnico biancoazzurro, nonostante l’imprecisione di Marongiu sotto rete. Un Marongiou ancora protagonista in negativo al 17′ quando non sfruttava il servizio di Laurenti. Non c’era però nemmeno il tempo per far riaffiorare i fantasmi della gara sul campo del Forcoli, dove le tante occasioni gettate al vento erano state pagate a caro prezzo, perchè questa volta Laurenti metteva sul piede di Braiati un pallone solo da accompagnare in fondo alla rete. Era facile intuire che per la Bagnolese, ultima in classifica e largamente incompleta, la sorte era segnata. Infatti al 25′ l’inesauribile Del Mastio, che sembrava avesse calamite negli scarpini, recuperando tutti i palloni che transitavano dalle parti del centrocampo, serviva Cubillos, puntuale nel far viaggiare Laurenti verso il gol del raddoppio. Del Mastio ancora protagonista al 38′, questa volto scegliendo per la ripartenza Marchini sulla giocata del quale non era però sufficientemente lesto Cubillos. Nulla cambiava nella ripresa ed al 10′, dopo un’insistita azione personale, arrivava il nono gol stagionale di Laurenti. Poi show di Marchini, al 12′ saltava in un fazzoletto Caselli e Bonini, che poi lo stendeva, con l’arbitro che probabilmente non voleva infierire sulla Bagnolese. Dopo 5′ sempre il capitano si procurava il varco per favorire la conclusione acrobatica di Cubillos a lato di un soffio. Al 27′ ancora Marchini per Cubillos, che verticalizzava per Marongiu sul quale salvava Barracani. Alla mezz’ora Marchini rimediava un giallo pesante, che farà scattare la squalifica, pochi istanti prima del diagonale deviato sul fondo da Bagnacani. Al 34′ tocco con un braccio di Piras, su un pallone indirizzato in area da Ferrari. Rigore che lo stesso numero dieci della Bagnolese, trasformava con una conclusione centrale. Un rete che serviva solo per il tabellino, visto che il successivo forcing dei reggiani non creava problemi ad una Spal che si ritrova con l’ennesima possibilità di tornare in corsa per la lotta al vertice. La squadra di Sassarini dovrà però trovare quella continuità che mai l’ha sorretta nel corso della stagione ad iniziare da domenica quando al Mazza è in programma il match spareggio con la Massese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *