Bandi milionari dalla Regione

lavoro-impreseUn miliardo e mezzo di fondi europei messi a bando e destinati a contributi e incentivi per le imprese – soprattutto quelle medio-piccole – del territorio.

E’ questo l’ammontare delle risorse che la Regione Emilia Romagna ha utilizzato o sta utilizzando, negli ultimi dodici mesi, per favorire la crescita imprenditoriale, l’internazionalizzazione, la nascita di start up innovative.

Sono solo una parte delle risorse che la Regione ha inserito nel Patto per il lavoro, l’accordo per lo sviluppo firmato nel luglio 2015 con le associazioni di categoria, i sindacati, i centri di ricerca, le università. Il patto tuttavia comprende anche risorse di altra natura, in particolare investimenti infrastrutture, tutela del territorio, politiche abitative, sanità e welfare complessivamente il patto negli ultimi dodici mesi ha mobilitato risorse per 15,1 miliardi di euro.

Il patto per il lavoro qualche effetto lo ha ottenuto: secondo la regione Emilia Romagna si è registrata in dodici mesi una crescita del Pil pari all’1,4% e sono stati creati 46.600 posti di lavoro, con un incremento del 2,4%. Si tratta di risultati interessanti, rispetto ai quali però Ferrara e la sua provincia restano un po’ ai margini: se la disoccupazione media emiliana è scesa al 6,6%, quella media della nostra provincia, secondo gli ultimi dattui disponibili, resta superiore al 10%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.