Fase 2 in E-R, Bonaccini: “Pronti per aprire bar e ristoranti a metà maggio” – INTERVISTA

Apertura di bar e ristoranti a metà maggio. E’ la proposta del presidente della regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, intervenuto oggi nella conferenza stampa di fine mandato del commissario ad acta per l’emergenza in Regione, Sergio Venturi.

“Le decisioni vengono prese in base all’andamento epidemiologico” ha detto Bonaccini che in mattinata ha chiesto che dal 18 maggio le Regioni possano decidere in autonomia sulle riaperture, come proposto ieri durante la Conferenza della Regioni sulla fase 2.


 

“Abbiamo chiesto che dal 18 maggio – visto che il 17 scade il decreto del Governo – le Regioni possano decidere in autonomia”.

Così Stefano Bonaccini a Rai Radio1, ospite di Radio anch’io, all’indomani della Conferenza della Regioni sulla fase 2. Certo, aggiunge il governatore emiliano, “sempre in contatto col Governo e col Ministero della Salute, perché dobbiamo verificare il rimbalzo di questa epidemia”.

Perché col rialzo dei contagiati “rischieremmo chiusure di ciò che stiamo per riaprire”. “Siccome le cose stanno andando meglio – prosegue – io penso sia giusto permettere alle Regioni una nuova fase”.

Quanto al turismo, Bonaccini auspica un pronto intervento del Governo, ribadendo fiducia nel ministro Dario Franceschini. Essendo “l’unico comparto economico che non esporta merci ma importa persone che sono quelle che contagiano” è evidente che sia “il settore tra i più in difficoltà. Ma noi dobbiamo farci trovare pronti quando si potrà ripartire, nel modo che si potrà ripartire”. L’Emilia-Romagna, assicura, è già al lavoro per “sistemare i luoghi dove vogliamo accogliere, quando si potrà di nuovo, i turisti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *