Barbara Paron: come coniugare politica e famiglia

Barbara Paron
Barbara Paron

Fra poche ore sarà mamma per la terza volta ma per questo non rinuncia al suo ruolo di sindaco e alla sua recente posizione nel direttivo nazionale del Pd di Matteo Renzi.

Barbara Paron, giovane sindaco di Vigarano Mainarda, spiega perché è iniziata una svolta culturale per le donne, in politica e nella professione, senza rinunciare, per questo alla vita privata

Arrivata dalla società civile e dal mondo del volontariato, vicina all’area della disabilità, Barbara Paron, dopo sei mesi come assessore nella giunta di Daniele Palumbo, nel 2011, si candida, per il centro sinistra, a sindaco di Vigarano Mainarda vincendo le elezioni.

L’anno dopo deve fari i conti con i danni provocati dal terremoto ed oggi, al giro di boa come amministratrice, da un mese è nella direzione nazionale del Pd di Matteo Renzi. “Un segnale importante, che non centra nulla con l’essere renziani, dice, ma rappresenta una svolta culturale. Due figli, Diego di 19 anni e Francesca di 16 anni, Barbara Paron è in attesa dell’arrivo di Alessandro, che potrebbe nascere fra poche ore. “Non è facile conciliare la carriere professionale e politica con quella privata, dice Barbara Paron, ma grazie anche alle nuove tecnologie è possibile superare tante barriere”

La metafora del parto (dal travaglio di un evento difficile e traumatico nascono le cose più belle) è il buon auspicio del primo cittadino di Vigarano Mainarda per il nuovo anno.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *