Basell: allarme lavoro e ricerca

La crisi continua a mordere e questa volta arriva dritto dritto al cuore della produzione industriale ferrarese. Secondo Cgil infatti Basell Italia potrebbe annunciare un piano di riorganizzazione dell’azienda da lacrime e sangue.

Una ristrutturazione che secondo Cgil che potrebbe significare tagli di posti di lavoro e questa volta anche nel settore ricerche, il fiore all’occhiello della chimica nello stabilimento di estense.

I dettagli del nuovo piano di ristrutturazione si conosceranno solo domani mattina. A Roma infatti la direzione nazionale di Basell Italia incontrerà i sindacati nazionali e le rappresentanze sindacali degli stabilimenti per prospettare lo scenario futuro.

Un incontro che arriva dopo un vertice europeo tenuto alla fine della settimana scorsa e dal quale è emerso l’esigenza della multinazionale di ridurre i costi a causa di una minor produzione.

Una riduzione dei costi che inevitabilmente ricadrebbero a bomba anche sulla ricerca. La multinazionale della chimica, dal 2009 di proprietà di alcuni fondi finanziari americani dopo un rischio fallimento, ha infatti deciso di collegare il settore ricerca a quello della produzione. In pratica in uno scenario dove non cresce la vendita è difficile trovare i finanziamenti per la ricerca. Circa 200milioni di euro in meno che Basell avrebbe deciso di tagliare nei due centri europei dedicati proprio alla ricerca: Francoforte e Ferrara. Oggi l’impianto chimico estense conta circa 1000 dipendenti, di cui 450 addetti proprio al settore ricerche.

“La perdita dei posti questa volta toccherà lavoratori che usciranno dal mondo dell’occupazione senza garanzie” afferma Cgil che parla di un’operazione mai vista in 40 anni di chimica a Ferrara.

[flv]http://telestense-view.4me.it/api/xpublisher/resources/weebopublisher/getContentDescriptor?clientId=telestense&contentId=83636644-4e55-4ec9-969f-f61b3d6eb621&channelType=STREAMHTTPFLASH[/flv]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *