BASKET: la PFF vince a Bologna

BONFIGLIOLIRosset

Le ragazze di Iurlaro restano in corsa

La Pff Group Ferrara ottiene a Bologna una vittoria di importanza capitale per 55-45 contro la Meccanica Nova e lancia un preciso segnale alle contendenti: pure non al meglio della condizione fisica le biancorosse non hanno intenzione di mollare di un centimetro nella corsa verso la A1. Davvero immense Mini e compagne al cospetto di una squadra, come quella di Lolli, che forse non si aspettava tanta durezza mentale da parte estense e che alla fine é andata completamente in tilt. La cronaca. Inizio da incubo per le biancorosse, sotto di 10-0 al 4′. Rosier commette subito due falli, in attacco è una sequenza infinita di tiri forzati e palle perse, così Iurlaro è costretto al time-out. Fortunatamente la reazione ferrarese arriva e la tripla di Rulli sblocca le compagne. Si scatena quindi Mini che con iniziative a ripetizione guida le compagne sul -3, 18-15, alla prima sirena. L’inerzia rimane biancorossa anche all’inizio del secondo periodo e con Rosier la Pff Group mette addirittura il naso avanti, 18-19 al 12′. Le estensi provano anche l’allungo, 18-22, ma una lunga fase di errori da ambo le parti non permette un break significativo, così D’Alie riporta a contatto le compagne in un tempo che si chiude sul 29-27 per la squadra di Iurlaro. L’inizio del terzo quarto è caratterizzato dalla grintosa difesa della Pff Group, che costringe la Meccanica Nova a tante palle perse e tiri forzati. Ferrara non ne approfitta però perché al 25′ il punteggio è ancora in bilico, 29-33. La partita
improvvisamente a quel punto si accende e le due squadre cercano il colpo del Ko. Rosset sale in cattedra e con cinque punti consecutivi permette l’allungo alla propria squadra che, al 30′, è avanti di 5, 42-37. La panchina ferrarese osa con quattro piccole e viene premiata. Rosier in attacco diventa improvvisamente decisiva e la difesa estense asfissiante per il 38-49 al 34′. Quando la partita sembra indirizzata due iniziative abbastanza casuali di Landi permettono alle padrone di casa di rientrare e in meno di un minuto Bologna
torna a contatto, 43-49. La paura dura davvero poco perché con una grande prestazione di squadra la Pff Group rintuzza il tentativo delle bolognesi e a un minuto dalla fine é sul +8, 53-45 con la gara che si chiude sul 55-45 per le biancorosse di Iurlaro.

I tabellini:
Meccanica Nova Bologna 45: Landi 8, Venturi ne, D’Alie 14, Silva 7, Cigliani, Scibelli 4, Santarelli 4, Andrè ne, Cordola 2, Vian 6; All. Lolli
Pff Group Ferrara 55: Rosier 9, D’Aloja ne, Cecconi ne, Rulli 22, Pocaterra ne, Aleotti, Rosset 12, Miccio 2, Missanelli, Barlati ne, Bertaccini ne, Mini
10; All. Iurlaro
Tiri liberi: Bologna 15/20, Ferrara 10/12
Parziali: 18-15, 27-29, 37-42, 45-55

Il giorno dopo la partita contro la Meccanica Nova, vinta per 55 a 45, è dolcissimo in casa Pff Group. Al di lá dell’importanza del risultato ai fini della classifica, l’affermazione in trasferta a Bologna è stata significativa da diversi punti di vista. In primis, Mini e compagne hanno lanciato un forte messaggio al resto delle contendenti in campionato e cioè che, a dispetto di un momento di crisi ormai alle spalle, Ferrara lotterà sino alla fine per il massimo risultato. Secondariamente, Iurlaro e il suo staff hanno avuto riprova della forza mentale del gruppo a disposizione. La
Coppa Italia e gli infortuni potevano placare la fame delle biancorosse che, invece, a dispetto di una partenza ad handicap (0-10), hanno sciorinato una prova di orgoglio e sacrificio. La scelta di una difesa asfissiante, caratterizzata dai cambi sistematici e dall’alternarsi di marcature individuali e zona, poteva reggere solo se tutte avessero dato il proprio contributo e così é stato. Copertina di giornata per Rulli, 22 punti e 32 di
valutazione, così come per il capitano Mini che ha guidato la riscossa estense. Menzione speciale però anche per Rosier, finalmente tornata ai livelli di inizio stagione. Un capitolo a parte lo merita poi l’italo-argentina Rosset che, visibilmente menomata dal problema al ginocchio, ha stretto i denti ed è stata protagonista nel momento del break decisivo. Insomma il gruppo nelle difficoltà si é rinsaldato e ora può guardare al futuro con ottimismo e convinzione. In settimana Rosset verrà risparmiata perché in questo momento abbisogna di riposo e terapia. Si
dovrebbe rivedere sul parquet Nori (anche se il suo recupero per la prossima gara appare improbabile) ed é una grande notizia perché di tutte ci sará bisogno nelle prossime settimane quando, tra Alpo in casa e la trasferta di Ariano Irpino si deciderà molto del futuro della Pff Group. Tutto sommato inutile però correre troppo con la mente, ora la priorità è recuperare lo grande sforza fisico e mentale sostenuto con Bologna e preparare al meglio la gara contro le veronesi, storicamente avversarie indigeste alle biancorosse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *