BASKET: la Pff vuole tornare alla vittoria con Crema, palla a due alle 18.30

14 - Eleonora LaffiE’ una PFF Group che si spera abbia voglia di riscattare la beffarda sconfitta di Broni quella che riceve la Tec-Mar Crema al PalaMiT2B, nel nuovo orario delle 18.30, scelto appositamente per favorire l’afflusso di pubblico. Quando, come a Broni domenica scorsa, si accarezza per ampi tratti del match il sogno di una vittoria inaspettata, la delusione può tramutarsi in paura oppure scatenare rabbia agonistica travolgente. Proprio a questa si è appellato Coach Piatti in settimana, durante allenamenti caratterizzati dal solito sfortunato bollettino medico. Anna Denti, tra le migliori nell’ultimo turno, ha subito una distorsione alla caviglia che non dovrebbe precluderne la presenza in campo ma che le ha impedito di allenarsi negli ultimi giorni. Eleonora Laffi ancora non ha completamente risolto i problemi alla schiena che l’affliggono da qualche tempo e non sarà al meglio della condizione. In ultimo, Chiara Mini ha interrotto la seduta di giovedì e sono in corso ulteriori approfondimenti per verificare l’eventuale frattura al dito lussato che ne pregiudicherebbe la presenza in campo per qualche gara. Sono comunque cose che capitano e cui lo staff biancorosso non si vuole appellare accampando scuse, quella contro Crema è una gara da vincere. Peccato che le ospiti, in questo momento la lieta sorpresa del girone, non reciteranno certamente la parte delle vittime sacrificali. Formazione frizzante, dall’attacco piuttosto prolifico (oltre settanta punti di media nelle tre gare sinora giocate) quella di Coach Visconti: Capoferri, Rizzi, Castorani (l’anno scorso a Biassono con la biancorossa Gargantini), Zagni e Picotti lo starting five, con l’esperta Caccialanza e Gibertini a giostrare da rincalzi di qualità. Ci sarebbe anche la giovane e interessante Scarsi, ex Cremona e visionata anche dalla Pff in estate, ma sinora la giovane lunga del 1995 non è ancora scesa in campo. Dal punto di vista tattico difficile prevedere che gara si vedrà sul parquet estense. Molto dipende naturalmente dalla presenza o meno in campo di Chiara Mini che, nel caso infausto di un suo stop, verrebbe rimpiazzata da Coraducci e Aleotti. Probabilmente la chiave del match è tutta psicologica, con Pocaterra e compagne che dovranno mostrarsi forti mentalmente di fronte alle avversità e capaci di resistere all’entusiasmo di Crema, che tutto sommato non ha nulla da perdere visto che gioca in trasferta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *